Jonathan Parr

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jonathan Parr
Dati biografici
Nazionalità Norvegia Norvegia
Altezza 182 cm
Peso 75 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Difensore
Squadra Ipswich Town Ipswich Town
Carriera
Squadre di club1
2006 Lyn Oslo Lyn Oslo 11 (0)
2007-2011 Aalesund Aalesund 109 (8)
2011-2014 Crystal Palace Crystal Palace 91 (2)
2014- Ipswich Town Ipswich Town 0 (0)
Nazionale
2006
2007
2008-2010
2010-
Norvegia Norvegia U-18
Norvegia Norvegia U-19
Norvegia Norvegia U-21
Norvegia Norvegia
7 (4)
7 (2)
18 (0)
9 (0)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 7 luglio 2014

Jonathan Parr (Oslo, 21 ottobre 1988) è un calciatore norvegese, difensore dell'Ipswich Town e della Nazionale norvegese.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Parr è un calciatore mancino, che può giocare sulla fascia sinistra del campo, sia sulla linea dei difensori che su quella dei centrocampisti.[1]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Lyn Oslo[modifica | modifica sorgente]

Parr è originario di Holmlia e da giovane giocò per la squadra locale, ma vestì anche le maglie di KFUM Oslo e Hauger, prima di legarsi al Lyn Oslo. Esordì nell'Eliteserien il 30 aprile 2006, sostituendo Magnus Powell nella sconfitta casalinga per 1-4 contro lo Stabæk.[2] Totalizzò altre 10 apparizioni in stagione.

Aalesund[modifica | modifica sorgente]

A marzo 2007, firmò un contratto triennale per lo Aalesund. Durante la prima stagione, partì da titolare in 5 occasioni ed subentrò a partita in corso in altre 14. Debuttò con la nuova casacca il 9 aprile 2007, nella sconfitta per 2-4 della sua nuova squadra contro lo Start, sostituendo Lasse Olsen.[3] Venti giorni dopo, fu schierato per la prima volta da titolare, nella sconfitta per 3-0 contro l'Odd Grenland.[4] Il 29 luglio 2007, andò in rete per la prima volta in campionato, nel 4-1 dello Aalesund sul Sandefjord.[5] Con la sua squadra, vinse il Norgesmesterskapet 2009.

Crystal Palace[modifica | modifica sorgente]

Il 16 luglio 2011, lo Aalesund raggiunse un accordo per il trasferimento del calciatore agli inglesi del Crystal Palace, soggetto alle visite mediche di rito.[6] Il 19 luglio, il club londinese confermò l'ingaggio del calciatore, che firmò un contratto dalla durata triennale, mentre la cifra dell'acquisto non fu resa nota.[7] Giocò il primo incontro nella Championship il 6 agosto, quando fu titolare nella sconfitta per 2-1 in casa del Peterborough United.[8] Il 13 agosto siglò la prima marcatura per gli Eagles, con un colpo di testa su cross di Ryan McGivern, nel successo per 2-0 sul Burnley.[9] Il 13 maggio 2012 ricevette il premio come miglior calciatore dell'anno della squadra.[10]

L'anno seguente, totalizzò 37 presenze in campionato. Chiuse anticipatamente la stagione nel mese di aprile, quando durante una sfida con l'Ipswich Town subì un infortunio ai legamenti della caviglia. Il Crystal Palace riuscì comunque a guadagnare la promozione nella Premier League, tornando nella massima divisione inglese a distanza di otto anni dall'ultima apparizione.

Una volta ristabilitosi, gli venne comunque preferito Dean Moxey come terzino titolare.[11] Debuttò nella Premier League in data 21 dicembre 2013, sostituendo proprio Moxey nella sconfitta casalinga per 0-3 contro il Newcastle: nella stessa sfida, concesse un calcio di rigore ai Magpies.[12][13] Parr giocò da titolare i successivi 8 incontri, sotto la guida nel nuovo tecnico Tony Pulis.[11] Nel quarto turno della FA Cup 2013-2014, in cui la sua squadra fu sconfitta per 2-1 dal Wigan, subì un infortunio che interruppe la serie.[11] A fine stagione, il Crystal Palace centrò la salvezza e comunicò che il contratto di Parr non sarebbe stato rinnovato.[14]

Ipswich Town[modifica | modifica sorgente]

Il 7 luglio 2014, firmò ufficialmente un contratto biennale con l'Ipswich Town, formazione militante nella Football League Championship.[15]

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Parr giocò per diverse selezioni giovanili norvegesi. Dal 2008, collezionò 18 apparizioni per la Norvegia Under-21.[16] La prima di queste fu datata 12 giugno 2008, quando sostituì Endre Fotland Knudsen nel successo per 1-4 sull'Islanda Under-21.[17] L'11 maggio 2010, fu convocato dalla selezione maggiore per la prima volta, per le sfide contro Montenegro e Ucraina.[18][19] Il 29 maggio 2010, esordì proprio contro il Montenegro.[20]

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 7 luglio 2014.

Stagione Club Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Supercoppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2006 Norvegia Lyn Oslo ES 11 0 CN 0 0 CU 0 0 - - - 11 0
2007 Norvegia Aalesund ES 19 1 CN 4 1 - - - - - - 23 1
2008 ES 24+2[21] 4+0[21] CN 3 1 - - - - - - 29 5
2009 ES 27 2 CN 5 1 - - - - - - 32 3
2010 ES 25 0 CN 1 0 UEL 2[22] 0 S 1 0 29 0
gen.-lug. 2011 ES 15 1 CN 3 0 UEL 4[22] 0 - - - 27 1
Totale Aalesund 110+2 8+0 16 3 6 0 1 0 135 11
2011-2012 Inghilterra Crystal Palace FLC 39 2 FACup+CdL 0+6 0 - - - - - - 45 2
2012-2013 FLC 37 0 FACup+CdL 1+0 0 - - - - - - 38 0
2013-2014 PL 15 0 FACup+CdL 2+0 0 - - - - - - 17 0
Totale Crystal Palace 91 2 9 0 - - - - 100 2
2014-2015 Inghilterra Ipswich Town FLC 0 0 FACup+CdL 0 0 - - - - - - 0 0
Totale 212+2 9+0 25 3 6 0 1 0 246 12

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Norvegia Norvegia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
29/05/2010 Oslo Norvegia Norvegia 2 – 1 Montenegro Montenegro Amichevole -
07/06/2011 Oslo Norvegia Norvegia 1 – 0 Lituania Lituania Amichevole -
10/08/2011 Oslo Norvegia Norvegia 3 – 0 Rep. Ceca Rep. Ceca Amichevole -
02/09/2011 Oslo Norvegia Norvegia 1 – 0 Islanda Islanda Qual. Euro 2012 -
11/10/2011 Oslo Norvegia Norvegia 3 – 1 Cipro Cipro Qual. Euro 2012 -
11/11/2011 Cardiff Galles Galles 4 – 1 Norvegia Norvegia Amichevole -
12/10/2012 Berna Svizzera Svizzera 1 – 1 Norvegia Norvegia Qual. Mondiali 2014 -
14/11/2012 Budapest Ungheria Ungheria 0 – 2 Norvegia Norvegia Amichevole -
07/02/2013 Siviglia Ucraina Ucraina 2 – 0 Norvegia Norvegia Amichevole -
Totale Presenze 9 Reti 0

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Aalesunds: 2009

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Crystal Palace sign Norway international Jonathan Parr, bbc.co.uk.
  2. ^ (NO) Lyn 1-4 Stabæk, altomfotball.no. URL consultato il 12-10-2010.
  3. ^ (NO) Aalesund 2-4 Start, altomfotball.no. URL consultato il 12-10-2010.
  4. ^ (NO) Odd Grenland 3-0 Aalesund, altomfotball.no. URL consultato il 12-10-2010.
  5. ^ (NO) Aalesund 4-1 Sandefjord, altomfotball.no. URL consultato il 12-10-2010.
  6. ^ (NO) Parr jets in for Palace medical, southlondon-today.co.uk. URL consultato il 22-07-2011.
  7. ^ (EN) Parr Becomes An Eagle, cpfc.co.uk. URL consultato il 22-07-2011.
  8. ^ (EN) Peterborough 2 - 1 Crystal Palace, bbc.co.uk.
  9. ^ (EN) Crystal Palace 2 - 0 Burnley, bbc.co.uk.
  10. ^ (EN) Parr Named Player Of The Year, cpfc.co.uk. URL consultato il 12-05-2012.
  11. ^ a b c Jostein Overvik, – Jeg er veldig lettet in Verdens Gang, 26 gennaio 2014, p. 3.
  12. ^ Crystal Palace vs. Newcastle United, soccerway.com. URL consultato l'8 luglio 2014.
  13. ^ (EN) Crystal Palace 0 - Newcastle 3: Alan Pardew hails his Toon army, dailystar.co.uk. URL consultato l'8 luglio 2014.
  14. ^ (EN) Clubs submit retained and released lists, premierleague.com. URL consultato l'8 luglio 2014.
  15. ^ (EN) Jonathan Parr signs for Town, itfc.co.uk. URL consultato il 7 luglio 2014.
  16. ^ (NO) Jonathan Parr, fotball.no.
  17. ^ (NO) Island - Norge 1 - 4, fotball.no.
  18. ^ (NO) Yttergård Jenssen og Parr med i Drillos tropp, vg.no. URL consultato il 12-10-2010.
  19. ^ (NO) - Parr har vært en åpenbaring, vg.no. URL consultato il 12-10-2010.
  20. ^ (NO) Norge - Montenegro 2 - 1, fotball.no.
  21. ^ a b Presenze e reti nelle qualificazioni all'Eliteserien.
  22. ^ a b Presenze nei turni preliminari.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]