Jolly Jumper

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Jolly Jumper è un cavallo, protagonista della serie franco-belga a fumetti Lucky Luke, creata dall'artista belga Morris. Descritto come "il cavallo più intelligente del mondo" e, in grado di giocare a scacchi e di fare il funambolo, Jolly Jumper accompagna il suo padrone nei loro viaggi attraverso il selvaggio west.

Apparizioni[modifica | modifica sorgente]

Jolly Jumper apparve per la prima volta al fianco di Lucky Luke in Arizona 1880, pubblicato su Almanach fascicolo della rivista Spirou il 7 dicembre del 1946.[1] Nelle sue prime apparizioni era molto più simile ad un cavallo reale, iniziò a cambiare quando René Goscinny divenne lo scrittore principale della serie.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Jolly Jumper è un cavallo bianco con una macchia marrone sul fianco sinistro e un crine biondo. Animale molto intelligente e pieno di sé, al limite della saccenza, sarcastico, cinico ed un po' filosofo. Giocatore di scacchi anche se un pochino lento nel muovere. Si ritiene più raffinato del suo padrone. Detesta i cani , come visto in Sur la piste des Daltons dove faceva commenti in continuazione sulla scarsa intelligenza del cane da guardia Rantanplan. Straordinariamente ingegnoso e antropomorfo è veramente pieno di risorse durante le avventure, a volte meschino come in Le Bandit Manchot, quando batte Lucky Luke ad una partita a dadi, vincendo la possibilità di scambiarsi i ruoli ed essere trasportato a spalla da Lucky Luke. Tanto sveglio quanto silenzioso, Jolly spesso funge da sostituto del pubblico, e commenta la trama con esasperazione e sarcasmo. Non è molto propenso a lanciarsi in nuove avventure così come il suo padrone ma lo segue ovunque vada e, come mostrato in alcuni prequel, i due sono amici sin da quando erano piccoli e sono cresciuti insieme.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (FR) BDoubliées, Spirou année 1946.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]