Jole Giugni Lattari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
on. Jole Giugni Lattari
Bandiera italiana
Parlamento italiano
Camera dei deputati
Jole Giugni Lattari
Luogo nascita Tripoli
Data nascita 29 luglio 1923
Luogo morte Roma
Data morte 6 luglio 2007
Titolo di studio Dottoressa in filosofia
Professione Insegnante
Partito MSI
Legislatura IV
Gruppo Movimento Sociale Italiano
Circoscrizione Catanzaro
Incarichi parlamentari
  • Membro della VIII Commissione Istruzione e Belle Arti, dal 1º luglio 1963 al 4 giugno 1968
  • Membro della Commissione speciale per l'esame della proposta di legge Tozzi Condivi n. 643, dal 18 febbraio 1964 al 4 giugno 1968
Pagina istituzionale

Jole Giugni Lattari (Tripoli, 29 luglio 1923Roma, 6 luglio 2007) è stata una politica italiana, dirigente del Movimento Sociale Italiano e deputata nella IV Legislatura. È stata la prima donna calabrese eletta al Parlamento italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si laureò in Filosofia nel 1944 all'Università degli Studi di Napoli, ebbe come relatore della tesi il filosofo Benedetto Croce. Terminati gli studi, iniziò l'attività di insegnante di Filosofia e Storia presso il Liceo classico "Pitagora" di Crotone.

Negli stessi anni intraprese la carriera politica, venendo eletta per la prima volta nel 1952 al consiglio comunale di Crotone tra le file del Movimento Sociale Italiano. Fu confermata anche nelle elezioni comunali successive (1956, 1960 e 1964)[1][2], rimanendo sempre l'unica donna eletta nel Consiglio.

Nel 1963 si candidò per le elezioni politiche: riuscì a ottenere 15.202 preferenze, divenendo pertanto la prima parlamentare-donna calabrese e la prima in assoluto eletta nell'MSI[1][2].

Ha fatto parte del Comitato centrale dell'MSI per 15 anni, dal 1954 al 1969[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Jole Lattari, prima donna calabrese in Parlamento, ilcrotonese.it, 18 aprile 2003. URL consultato il 24 ottobre 2012.
  2. ^ a b Jole Giugni Lattari, fidapa.com. URL consultato il 24 ottobre 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]