Johnny English

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il sequel del 2011, vedi Johnny English - La rinascita.
Johnny English
Johnny english.png
Sauvage e English in una scena del film
Titolo originale Johnny English
Lingua originale inglese
Paese di produzione Regno Unito, USA, Francia
Anno 2003
Durata 88 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1,85:1
Genere comico, spionaggio
Regia Peter Howitt
Sceneggiatura Neal Purvis, Robert Wade, William Davies
Produttore Tim Bevan, Eric Fellner, Mark Huffam
Casa di produzione Working Title Films
Fotografia Remi Adefarasin
Montaggio Robin Sales
Musiche Edward Shearmur
Tema musicale A Man for All Seasons - Robbie Williams
Scenografia Chris Seagers Borg
Costumi Jill Taylor
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
« Non sa cos'è la paura. Non sa cos'è il pericolo. Non sa proprio nulla! »
(Tagline del film)

Johnny English è un film del 2003 diretto da Peter Howitt ed interpretato da Rowan Atkinson. La pellicola è uscita nelle sale l'11 aprile 2003.

Trama[modifica | modifica sorgente]

I servizi segreti britannici (MI7) sono alle prese con un caso spinoso: qualcuno vuole rubare i gioielli della Corona inglese. Dell'indagine viene incaricato il migliore agente segreto del Regno Unito, l'Agente 1, che però trova la morte in missione.

Come se non bastasse, ben presto all'Agente 1 si aggiungono quasi tutti i suoi migliori colleghi, uccisi durante il suo funerale da un ordigno, posto all'interno della sua bara da due misteriosi individui. A questo punto Pegasus (il capo dell'MI7) e il primo ministro devono assolutamente trovare un agente che porti avanti la missione, e si accorgono che ne è rimasto solo uno: Johnny English, un imbranato e pasticcione agente relegato da tempo al lavoro d'ufficio. English lavora a stretto contatto insieme a Bough, un giovane collega che spesso si dimostra più sveglio e intelligente di lui.

Il primo compito affidato a English e Bough è proprio quello di sorvegliare i gioielli della Corona, che saranno esposti alla Torre di Londra durante un ricevimento in occasione del loro restauro; l'intera operazione è stata finanziata da Pascal Sauvage, un losco imprenditore francese con molte zone d'ombra nel suo passato. Purtroppo English fallisce miseramente, e durante un "improvviso" black out avviene il furto dei Gioielli. A questo punto Johnny English, combinando un disastro dietro l'altro, cerca in tutti i modi di recuperarli, trovando più di una volta sulla sua strada la bella e misteriosa Lorna Campbell.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Nonostante Johnny English sia una parodia dei film di James Bond, la pellicola può contare sullo script di Neal Purvis e Robert Wade, gli sceneggiatori della serie ufficiale di 007. Per la parte dell'antagonista si è puntato su un attore del calibro di John Malkovich, mentre per il ruolo della coprotagonista è stata scelta Natalie Imbruglia, che con questo film ha esordito sul grande schermo. La colonna sonora vede invece la partecipazione di una star come Robbie Williams (interprete della canzone che accompagna i titoli di testa e di coda, A Man for All Seasons), e del gruppo musicale femminile Bond (che appare anche in un piccolo cameo nel film, nella sequenza della festa negli uffici di Pascal Sauvage).

Accoglienza[modifica | modifica sorgente]

Incassi[modifica | modifica sorgente]

A fronte di un budget di produzione di 40.000.000 di dollari, il film ha incassato complessivamente la cifra di 160.583.018 dollari, di cui 28.082.366 negli Stati Uniti d'America e 132.500.652 nel resto del mondo.[1]

Sequel[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Johnny English - La rinascita.

Nel corso del 2011 è uscito nei cinema il sequel del film, intitolato Johnny English - La rinascita.[2] In questo nuovo capitolo, dove Rowan Atkinson è affiancato da Gillian Anderson,[3] English viene richiamato in servizio per sventare un tentato complotto mondiale. Il sequel è uscito nelle sale inglesi il 7 ottobre 2011, mentre in Italia il 28 ottobre dello stesso anno.[4]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) "Johnny English" - Total Lifetime Grosses, boxofficemojo. URL consultato il 16 maggio 2011.
  2. ^ Torna Rowan Atkinson con Johnny English 2 in cineblog.it, 8 aprile 2010.
  3. ^ Gillian Anderson per Johnny English Reborn in cineblog.it, 9 luglio 2010.
  4. ^ Johnny English - La rinascita - secondo trailer italiano in cineblog.it, 16 luglio 2011. URL consultato il 17 luglio 2011.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema