John Paul Meier

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

John Paul Meier (1942) è un biblista e presbitero statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha frequentato il St. Joseph's Seminary and College (1964), la Pontificia Università Gregoriana di Roma (1968) e il Pontificio Istituto Biblico (1976). Autore di numerosi libri e più di sessanta articoli, è stato direttore del The Catholic Biblical Quarterly e presidente della Catholic Biblical Association. Attualmente è docente di Nuovo Testamento presso il dipartimento di Teologia della cattolica University of Notre Dame (Notre Dame, Indiana).

La sua opera più importante è senza dubbio A Marginal Jew: Rethinking the Historical Jesus, (trad. it.: Un Ebreo Marginale, Ripensare il Gesù storico) un'indagine storico-critica su Gesù di cui ha pubblicato, per ora, quattro ponderosi volumi. Nella conclusione del terzo volume il biblista annunciava i temi (gli "enigmi finali") del quarto volume:

  • il rapporto tra Gesù e l'Antico Testamento;
  • le parabole;
  • i titoli di Gesù;
  • il processo e la morte (non accenna alla risurrezione).

Tuttavia, almeno l'ultimo di questi temi è rimasto inevaso nel quarto volume, dal titolo "Legge e amore" (pubblicato sia in America che in Italia nel 2009) e si è autorizzati a pensare che John Paul Meier stia preparando il quinto la cui uscita è attesa da molti ma di cui non si sa nulla. Dato l'interesse che l'opera ha suscitato ad ogni livello (scientifico-accademico o di semplici appassionati della materia), l'interrogativo sulla prosecuzione dell'opera ha destato altrettanto interesse. Su alcuni siti, nel mondo, sono apparse alcune brevi dichiarazioni dello stesso Meier nelle quali afferma e conferma la preparazione del quinto volume di questa monumentale opera storico-critica-esegetica e omnicomprensiva sulla figura, azione, messaggio e autocoscienza di Gesù, del suo ambiente, della società e del contesto storico, teologico, antropologico.

L'opera di Meier è citatissima e tenuta in massima considerazione da tutti gli studiosi e gli specialisti mondiali della materia, di qualunque confessione cristiana o di ordine accademico, in ragione della sua completezza e ricchezza di contenuti ma anche per il carattere storico-tecnico-scientifico il cui spessore non è in alcun modo alterato dal fatto che John Paul Meier è di confessione cattolica.

Al momento il materiale di studio, di ricerca e di sintesi contenuto nei 4 volumi pubblicati ha raggiunto le 3.282 pagine.

Non è azzardato affermare che l'opera del Meier, ormai, nel mondo degli specialisti e appassionati della materia, sia considerata imprescindibile.

In alcuni punti l'opera sembra allontanarsi dalla tradizionale dottrina cattolica, per esempio circa i fratelli di Gesù («l'opinione più probabile è che i fratelli e sorelle di Gesù fossero veri fratelli», volume 1, p. 324) e circa l'istituzione dell'eucaristia nel contesto della pasqua ebraica («La cena, benché non fosse un banchetto pasquale e non fosse celebrata come sostitutiva del banchetto pasquale, fu nondimeno qualcosa di più che non un normale banchetto», volume 1, p. 398).

Nella bibliografia del suo Gesù di Nazaret, papa Benedetto XVI scrive circa l'opera di Meier: «Quest'opera in più volumi di un gesuita [sic] americano rappresenta sotto molti aspetti un modello di esegesi storico-critica, in cui si palesano sia l'importanza sia i limiti di questa disciplina» (p. 410).

Bibliografia (parziale)[modifica | modifica wikitesto]

Edizione italiana:
  • John Paul Meier, Un ebreo marginale. Ripensare il Gesù storico, Queriniana
    • volume 1, Le radici del problema e della persona, 2006
    • volume 2, Mentore, messaggio e miracoli, 2003
    • volume 3, Compagni e antagonisti, 2007
    • volume 4, Legge e amore, 2009

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]