John Milton (compositore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

John Milton (1562 circa – Londra, 1647) è stato un compositore inglese e padre del poeta John Milton.[1].

Biografia[modifica | modifica sorgente]

All'inizio della sua vita si convertì al protestantesimo e suo padre, Richard Milton, successivamente lo ripudiò. Si trasferì a Londra intorno al 1583 a lavorare come apprendista scrivano. [2] I suoi lavori si riferiscono in gran parte a questioni di affari spesso operando come prestatore di denaro o broker finanziario.[2][3] Si iscresse nella Company of Scriveners il 27 febbraio 1599. Subito dopo sposò Sara Jeffrey (c.1572–1637) andando ad abitare a Bread Street a Londra con i genitori della moglie. Secondo alcune fonti ebbero sei figli, tre dei quali raggiunsero l'età adulta. Fra questi vi furono Anne, John Milton (il poeta) e Christopher Milton (un giudice che venne poi nominato cavaliere).[1]

Così come suo figlio omonimo, Milton scrisse poesie. Di due di esse vi è traccia: a sonetto ed un poema dedicato a John Lane; entrambi non pubblicati.[1] Ma la sua produzione più creativa fu certamente quella di compositore. Venti sue composizioni certe sono conosciute rispetto alla sua produzione musicale. Tutte le sue composizioni, tranne una, sono a tema religioso. Milton pubblicò le sue opere dopo che Thomas Morley pubblicò The Triumphs of Oriana (1601), William Leighton pubblicò The Tears or Lamentations of a Sorrowful Soul (1612) e Thomas Ravenscroft pubblicò The Whole Book of Psalms (1621). Altre sue composizioni sono pervenute su manoscritti di John Browne, un funzionario parlamentare e Thomas Myriell, un amico personale del compositore.[1]

L'attività di Milton fu così prosperosa che egli poté permettersi di assumere insegnanti privati di lingue classiche per i suoi figli e poté mandarli a scuola e all'università.[4] Ciò consentì, al suo figlio maggiore, John Milton, il non aver bisogno di lavorare e di potersi dedicare pertanto esclusivamente alla scrittura.[3] Milton ha inoltre assicurato che suo figlio maggiore aveva seguito accurati studi musicali.[3]

Nel 1631 Milton e la sua famiglia si spostarono ad Hammersmith dove egli risiedette fino al suo pensionamento nel 1636. Dopo si spostò con la moglie a Horton nel Buckinghamshire. Sara morì subito dopo, il 3 aprile 1637 u fu tumulata nel cimitero annesso alla locale parrocchia. Milton si spostò quindi a Reading nel 1641 per vivere con suo figlio minore, ma dopo l'assedio di Reading tornò a Londra, vivendo con il suo figlio maggiore, John Milton. Dopo che questi si riconcilò con la moglie, la famiglia si trasferì a Barbican. Rimase lì fino alla morte e venne sepolto il 15 marzo 1647 a St Giles Cripplegate.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e John Milton biography, Oxford Dictionary of National Biography. URL consultato il 30 luglio 2008.(a pagamento)
  2. ^ a b Neil Forsyth, St. Paul's in John Milton A Biography, 1st, Wilkinson House, Jordan Hill Road, Oxford OX2 8DR, England, Lion Hudson, 2008, p. 16, ISBN 978-0-7459-5310-6.
  3. ^ a b c Jonathon Rosen, Return to Paradise — The enduring relevance of John Milton., The New Yorker, 2 luglio 2008. URL consultato il 30 luglio 2008.
  4. ^ John Milton (1608–1674) Biography, Luminarium. URL consultato il 30 luglio 2008.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Ernest Brennecke Jr., John Milton the Elder and His Music. Octagon Books New York, 1973.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 58925517 LCCN: nr89005944