John Hodiak

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
John Hodiak nel film L'amante (1950)

John Hodiak (Pittsburgh, 16 aprile 1914Los Angeles, 19 ottobre 1955) è stato un attore cinematografico, teatrale e radiofonico statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato da Walter Hodiak e Anna Pogorzelec, di origini ucraine-polacco, John Hodiak crebbe a Hamtramck (Michigan), un sobborgo di Detroit, e iniziò a recitare a 11 anni in allestimenti in polacco e in russo presso la Ukrainian Catholic Church, spronato dal padre che aveva fatto qualche esperienza artistica da dilettante[1].

Terza base nella squadra di baseball della scuola, gli venne offerto un ingaggio con il team St. Louis Cardinals, ma Hodiak rifiutò, preferendo tentare la strada della recitazione alla radio. Mentre frequentava dei corsi di dizione per perfezionare il proprio accento europeo, lavorò come caddy presso un club di golf a Detroit e poi come impiegato presso la casa automobilistica Chevrolet. Trasferitosi poi a Chicago, divenne un apprezzato speaker e interprete radiofonico[2].

Arrivato a Hollywood nel 1942, dopo essere stato esonerato dal servizio militare perché affetto da ipertensione[1], firmò subito un contratto con la MGM. Favorito dalla particolare situazione del momento presso le case cinematografiche, alla ricerca di giovani primi attori non impegnati sul fronte della seconda guerra mondiale[1], Hodiak attirò subito l'attenzione del pubblico grazie al ruolo del marinaio John Kovac nell'avvicente dramma Prigionieri dell'oceano (1944) di Alfred Hitchcock, che girò per la Twentieth Century Fox, e all'interpretazione del maggiore italo-americano Victor Joppolo in un altro celebre film bellico dell'epoca, Una campana per Adano (1945), a fianco di Gene Tierney.

Entrambi i film riscossero un grande successo di pubblico, e Hodiak ebbe il suo momento di massima popolarità, sfruttando i propri lineamenti tenebrosi e l'inquieta personalità in altri successi dell'immediato dopoguerra, come Il bandito senza nome (1946), Furia nel deserto (1947) e Bastogne (1949). Pur continuando a lavorare intensamente, ebbe difficoltà a mantenere ruoli da protagonista e venne via via relegato in parti di fianco[1][2], in pellicole interpretate accanto a divi di maggior presa presso il pubblico, come Clark Gable in La lunga attesa (1947), Suprema decisione (1948) e Il cacciatore del Missouri (1951), Spencer Tracy in Malesia (1949) e Omertà (1951).

Nel 1953 Hodiak si cimentò sul palcoscenico, debuttando a New York nella pièce The Chase, che non riscosse grande successo ma gli assicurò buone recensioni da parte della critica. Gli fu quindi affidato il ruolo del luogotenente Maryk in The Caine Mutiny Court Martial, adattamento di Herman Wouk del proprio dramma L'ammutinamento del Caine, che ottenne un ottimo riscontro di pubblico grazie a una tournée che si protrasse nei due anni successivi.

Nello stesso periodo Hodiak continuò comunque a recitare sui set cinematografici, senza però ottenere ruoli in pellicole di particolare pregio. Verso la fine delle riprese del suo ultimo film, Gli eroi della stratosfera (1956), un soggetto fantascientifico a carattere documentaristico[3], l'attore fu colpito da un fatale attacco cardiaco e morì la mattina del 19 ottobre 1955, all'età di 41 anni, nella casa che aveva acquistato per i genitori nel quartiere di Tarzana (Los Angeles), mentre si preparava come ogni mattina per recarsi sul set.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Dal matrimonio con la collega e attrice Anne Baxter, che sposò nel 1946 e da cui divorziò nel 1953, Hodiak ebbe un'unica figlia, Katrina, nata il 9 luglio 1951.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, John Hodiak è stato doppiato da:

  • Giulio Panicali in Le ragazze di Harvey, Furia nel deserto, La lunga attesa, Suprema decisione, Bastogne, Malesia, Addio signora Miniver!, Omertà, Il cacciatore del Missouri, Difendete la città
  • Emilio Cigoli in Prigionieri dell'oceano, Corruzione, L'imboscata, L'imputato deve morire
  • Augusto Marcacci in Il bandito senza nome

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Il chi è del cinema, De Agostini, 1984, pag. 240
  2. ^ a b Le Garzantine - Cinema, Garzanti, 2002, pag. 546
  3. ^ Il dizionario dei film, Pino Farinotti, Ed. Sugarco, 1990, pag. 391

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 16819937 LCCN: no96046050