John Hobson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

John Atkinson Hobson (Derby, 6 luglio 1858Hampstead, 1 aprile 1940) è stato un economista inglese, molto popolare come scrittore per le sue critiche all'imperialismo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Criticando l'economia classica, che giudicava troppo centrata su inflessibili leggi matematiche, egli sosteneva che la teoria economica si dovesse ricollegare con i problemi etici dello stato sociale e dovesse essere una guida alle riforme. Le misure economiche che egli sostenne prefiguravano le idee che in seguito furono sviluppate in pieno da John Maynard Keynes.

In Imperialism (Imperialismo) del 1902 egli paragonava l'imperialismo agli eccessi del capitalismo. Questo libro può essere considerato il primo studio economico sistematico dell'imperialismo.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • The Evolution of Modern Capitalism (L'evoluzione del capitalismo moderno) (1894)
  • The Economics of Distribution (L'economia della distribuzione) (1900)
  • Imperialism, (1902), traduz. italiana L'imperialismo, Isedi, Milano 1974
  • Industrial System(1910) (Il sistema industriale)
  • The Economics of Unemployment (L'economia della disoccupazione) (1922)
  • Confessions of an Economic Heretic (Le confessioni di un eretico economico, autobiografico) (1938).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 19740798 LCCN: n80001240