John Gielgud

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Sir Arthur John Gielgud OM (Kensington, 14 aprile 1904Wotton Underwood, 21 maggio 2000) è stato un attore teatrale e attore cinematografico inglese.

Tra i film da lui interpretati: Giulio Cesare (1953), Il caro estinto (1965), Falstaff (1966), Providence (1977), Arturo (1981, Oscar 1982 come miglior attore non protagonista), Barbablù Barbablù (1989), L'ultima tempesta (1991), Shine (1996).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

John Gielgud nasce nel distretto di Kensington, a Londra, da Kate Terry e Frank Gielgud (cattolico di origini lituane). Nipote della celebre attrice Ellen Terry, frequenta la scuola di Westminster, dove ottiene la King's Scholarship, studia alla Royal Academy of Dramatic Art ed ha un iniziale successo come attore teatrale in ruoli classici.

Interpreta da protagonista e dirige molte produzioni della Royal Shakespeare Company a Stratford-upon-Avon, città natale del Bardo. Il suo Amleto shakespeariano del 1936 è stato particolarmente apprezzato e acclamato, al punto tale che è opinione diffusa ricordarlo tuttora come il più grande interprete del celeberrimo personaggio di Shakespeare.

Nonostante abbia cominciato a comparire in pellicole britanniche fin dagli anni trenta, non avrà un reale successo sul grande schermo fino agli ultimi decenni della sua vita. I suoi ruoli su pellicola includono: Benjamin Disraeli in Il primo ministro (1940), Cassio in Giulio Cesare (1953) e Clarence nel Riccardo III di Laurence Olivier (1955). Diversamente da Olivier, rimase soprattutto un attore di teatro, cosicché la rivalità fra i due fu minima.

Con il passare degli anni, Gielgud cominciò ad adattarsi alle nuove tendenze del teatro, comparendo nelle opere di David Storey (Home), Charles Wood (Veterani), Edward Bond (Bingo) e Harold Pinter (Terra di nessuno).

Ha vinto un Oscar al miglior attore non protagonista per il maggiordomo sardonico di Arturo (1981), e la sua interpretazione in Shine (1996) è stata applaudita dalla critica. Gielgud è stato inoltre uno dei pochi attori ad aver vinto un Emmy, un Grammy, un Oscar, un Tony e un BAFTA.

Fu nominato Cavaliere durante l'incoronazione del 1953, divenne Companion of Honour nel 1977, e fu infine ammesso all'Ordine del Merito nel 1996.

Nel 1992 il regista Kenneth Branagh gli rende omaggio dirigendolo nel cortometraggio Il canto del cigno (tratto dall'omonima opera teatrale del 1887 di Anton Pavlovič Čechov) nel quale un vecchio attore ubriaco e malato, rimasto chiuso in un teatro dopo lo spettacolo, rievoca i suoi grandi successi.

Quando fu condannato per atti osceni in luogo pubblico nel 1953, invece di essere criticato dal pubblico, ottenne nella sua seguente apparizione un'ovazione. Fu l'inizio della lotta per decriminalizzare l'omosessualità in Inghilterra e nel Galles. Il suo compagno Martin Hensler morì appena alcuni mesi prima di John, nel 2000.

La sua ultima interpretazione fu in un adattamento cinematografico dell'atto unico Catastrofe di Samuel Beckett, con la collaborazione di Harold Pinter; Gielgud morì poche settimane prima che la produzione fosse completata, all'età di 96 anni, per cause naturali.

John Gielgud credeva che gli animali non dovessero essere sfruttati; era particolarmente affezionato agli uccelli e si unì alla campagna dell'associazione animalista contro l'industria di foie gras all'inizio degli anni novanta, raccontando in un video dell'ingrassamento forzato delle oche e delle anatre.

Ha ricevuto due volte il premio Humanitarian of the Year da parte del People for the Ethical Treatment of Animals, nel 1994 e nel 1999.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Shakespeare[modifica | modifica wikitesto]

Le più intense interpretazioni teatrali:

Al cinema:

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Compagno dell'Order of the Companions of Honour - nastrino per uniforme ordinaria Compagno dell'Order of the Companions of Honour
— 1977
Membro dell'Ordine al Merito del Regno Unito - nastrino per uniforme ordinaria Membro dell'Ordine al Merito del Regno Unito
— 1996

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Oscar al miglior attore non protagonista Successore
Timothy Hutton
per Gente comune
1982
per Arturo
Louis Gossett Jr.
per Ufficiale e gentiluomo

Controllo di autorità VIAF: 12491400 LCCN: n80049919