John Coltrane: Infinity

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
John Coltrane: Infinity
Artista John Coltrane, / Alice Coltrane
Tipo album Studio
Pubblicazione 1972
Durata 47 min : 49 s
Dischi 1
Tracce 4
Genere Free jazz
Jazz
Etichetta Impulse! Records
A-9225 mono
AS-9225 stereo
Produttore Ed Michel
Registrazione 1965-1966, 1972
John Coltrane - cronologia
Album successivo
(1973)

John Coltrane: Infinity è il titolo di un album discografico di Alice Coltrane e John Coltrane, contenente sovraincisioni effettuate postume su materiale inciso da John Coltrane prima della morte, pubblicato dalla Impulse! Records nel 1972. La controversa scelta di Alice Coltrane di "rimaneggiare" brani incisi precedentemente dal marito, venne aspramente criticata da critica e pubblico, poiché furono aggiunti arrangiamenti orchestrali e re-incise parti della sezione ritmica, come anche nuovi assoli di pianoforte, organo, arpa e timpani, senza rispettare le scelte artistiche del defunto artista.[1]

Le tracce 2 e 3 furono originariamente incise dal "quartetto classico" di Coltrane (John Coltrane, McCoy Tyner, Jimmy Garrison, Elvin Jones) nel 1965, mentre le tracce 1 e 4 furono registrate dalla band seguente di Coltrane (Pharoah Sanders, Alice Coltrane, Garrison, Rashied Ali, più il percussionista extra Ray Appleton). Nelle tracce del 1965, Alice mantenne la sezione ritmica originale, aggiungendo solamente archi e tamboura, ma nelle tracce del 1966 invece, le parti di basso di Garrison furono rimpiazzate con nuove registrazioni ad opera di Charlie Haden, e Alice vi sovraincise dei nuovi assolo al piano.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Tutti i brani sono opera di John Coltrane.

  1. Peace on Earth – 9:03
  2. Living Space – 10:40
  3. Joy – 8:01
  4. Leo – 10:08
  • Le tracce 1, 3, e 4 furono registrate agli studi Coast Recorders, di San Francisco, in California, nel 1965 & 1966. Traccia 2 originale incisa ai Van Gelder Studios, Englewood Cliffs, New Jersey, 1965. Sovraincisioni eseguite al Village Recorder Studios, Los Angeles, California, nel 1972.

Musicisti[modifica | modifica wikitesto]

Esecuzioni originali[modifica | modifica wikitesto]

Sovraincisioni successive[modifica | modifica wikitesto]

Orchestra[modifica | modifica wikitesto]

  • James Getzoff, Gerald Vinci, Gordon Marron, Michael White (violino)
  • Rollice Dale, Myra Kestenbaum, (viola)
  • Jesse Ehrlich, Edgar Lustgarten (violoncello)
  • Murray Adler (direttore di orchestra)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Olewnick, B. Recensione di Allmusic consultato 14 ottobre 2011
jazz Portale Jazz: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di jazz