Johann Jakob Reiske

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Johann Jakob Reiske

Johann Jakob Reiske (Zoerbig, 25 dicembre 171614 agosto 1774) è stato un filologo, numismatico e orientalista tedesco.

Nato in Sassonia, studiò a Lipsia, e andò a Leida per studiare l'arabo. In seguito studiò medicina, e ottenne un dottorato nel 1746. Diventò professore di filosofia a Lipsia nel 1747, d'arabo nel 1748, e rettore del collegio di San Nicolao nel 1758.

Ha scritto molto sulla letteratura e la storia orientale, di cui venne pubblicato:

  • Abulfeda annales moslemici, 1754
  • Storia degli Arabi, postuma nel 1789

È conosciuto soprattutto per le considerevoli edizioni di opere latine e greche. Ha pubblicato:

  • Constantini Porphyrogeniti libri II. de ceremoniis aulae Byzant. (Lipsia, 1751-66), vol. iii. (Bonn, 1829)
  • Animadv. ad Graecos auclores (5 voll., Lipsia, 1751-66)
  • Oratorum Graec. quae supersunt (8 voll, Lipsia, 1770-73)
  • App. crit. ad Demostheneni (5 voll., Lipsia, 1774-75)
  • Maximus Tyr. (Lipsia, 1774)'
  • Plutarchus (Lipsia, 1774-79)
  • Dionys Italic. (6 voll., Lipsia, 1774-77)
  • Libanius (4 voll., Altenburg, 1784-97).

Sua moglie, Ernestine-Christine Muller, sapeva il latino e il greco e lo aiutava nel suo lavoro: fu lei a completare dopo la sua morte molte opere lasciate incompiute, tra cui l'edizione di Libanio, 1787, e continuò le Memorie che lui aveva scritto sulla propria vita.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 47055143 LCCN: n89147384