Johann Heinrich Schulze

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Johann Heinrich Schulze

Johann Heinrich Schulze (Colbitz, 12 maggio 1687Halle, 10 ottobre 1744) è stato un chimico e ricercatore tedesco. Fu professore di anatomia alla università di Altdorf e si interessò allo studio dei materiali fotosensibili.

Nel 1725 si accorse che un composto di gesso, argento e acido nitrico contenuto all'interno di una bottiglia di vetro, cambiava colore sul lato esposto alla luce, mentre rimaneva chiaro dall'altra. Chiamò la sostanza scotophorus, portatrice di tenebre.

Ripeté l'esperimento utilizzando delle foglie o carta ritagliata appoggiata sulla bottiglia e, a seguito dell'esposizione alla luce, vide comparire la sagoma dell'oggetto applicato.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 8287965 LCCN: n82123573