Johann Christoph Friedrich Bach

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Johann Christoph Friedrich Bach

Johann Christoph Friedrich Bach (Lipsia, 21 giugno 1732Bückeburg, 26 gennaio 1795) è stato un compositore tedesco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Johann Sebastian, nato a Lipsia, studiò dapprima diritto all'università della sua città natale, nel 1732, ma ben presto abbandonò questa disciplina per la musica che amava con passione. Le sue felici disposizioni e le lezioni di suo padre, ne fecero un compositore abile ed un pianista distinto. Incantato dal suo talento, il conte di Shaumburg, grande amatore di musica, lo nominò suo maestro di cappella e gli diede uno stipendio di 1000 talleri.

I doveri del suo impiego lo obbligavano a comporre cantate ed oratori per tutte le feste della piccola corte di Buckeburg, per il resto godeva di un'esistenza dolce, tranquilla, e poteva dedicarsi al lavoro che amava senza essere oppresso da un servizio faticoso. Non si allontanò che una sola volta dalla residenza del conte e fu per andare a far visita, a suo fratello Johann Christian, che risiedeva a Londra. Morì il 26 gennaio 1795 per un'infiammazione al petto, lasciando dietro di sé la reputazione di artista distinto e uomo rispettabile

Considerazioni sull'artista[modifica | modifica wikitesto]

Non si trova, nelle sue composizioni, il fuoco che distingue quelle dei suoi fratelli Carl Philipp Emmanuel o Wilhelm Friedemann, ma esse si fanno comunque notare per la forza dell'armonia e per l'abilità con la quale lo stile fugato viene trattato. Bach amava la sua arte con passione e vi si dedicava assiduamente; fino alla sua morte conservò l'abitudine di consacrare tutte le mattine alla composizione.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Le sue opere sono in gran numero, la biblioteca imperiale di Berlino, possedeva in manoscritto

  • Ino cantata di Ramler a voce sola con due violini, viola e basso continuo
  • La giovinezza di Gesù quadro biblico a quattro voci, due violini, viola e basso continuo
  • La resurrezione di Lazzaro oratorio di Herder a quattro voci e orchestra
  • Una cantata per l'anniversario della nascita del conte di Shaumburg, composta nel 1787 a quattro voci e orchestra
  • Una cantata per l'ascensione a quattro voci, due violini, alto e basso continuo
  • Due mottetti a quattro voci
  • Una sinfonia in si bemolle per due violini, alto, basso continuo, due clarinetti, contrabbasso e due cori
  • Pigmalione cantata teatrale
  • Due concerti per piano con orchestra
  • Un trio per flauto, violino e basso
  • Un altro trio per due violini e basso
  • Sonata per violoncello e basso continuo

Di Johann Christoph Friedrich Bach, ai suoi tempi, non furono stampate che sonate isolate, nella raccolte miscellanee (Musikalisches Vielerley) i cantici di Munter (Munters geistliche lieder) il cui secondo volume apparve nel 1774:

  • Sei quartetti per flauto, violino, viola e basso
  • Ino cantata arrangiata per clavicembalo (1786)
  • Musikalishe Nebenstuden il cui primo quaderno apparve nel 1787 e gli altri di seguito, fino al 1791
  • Sei quartetti per violino - Londra (1786)

Le sonate facili per clavicembalo e la cantata l'Americana che Gerber, nel suo antico lessico attribuisce a Johann Cristoph, sono di suo fratello Johann Christian.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 12490784 LCCN: n81032678