Jogaila

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jogaila
Ladislao II
Ladislao II
Re di Polonia
In carica 1386 - 1434
Successore Ladislao III Janellone
Nascita 1362
Morte 1º giugno 1434
Padre Algirdas
Coniuge Jadwiga
Figli Elzbieta-Bonifacja

Jadwiga
Ladislao III
Casimiro
Casimiro IV

Ladislao II di Polonia, anche noto come Ladislao V Jagellone (in Lituania), Re Jagellone o ancora Ladislao V di Lituania. (polacco Władysław II Jagiełło, in lituano Jogaila; 13621º giugno 1434), fu Granduca di Lituania dal 1377, e diventò Re di Polonia nel 1386 dopo essersi convertito al Cristianesimo, aver cambiato il suo nome da Jogaila a Władysław Jagiełło e aver sposato Jadwiga, seconda dei sovrani angioini della Polonia. Con l'era dei Jagelloni inizia l'età d'oro della Polonia e il paese diventa la maggiore potenza europea ed estende i suoi confini a nord e a est.

Titoli reali[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo reale in latino: Wladislaus Dei gracia rex Polonie necnon terrarum Cracovie, Sandomirie, Syradie, Lancicie, Cuiavie, Lithuanie princeps supremus, Pomoranie Russieque dominus et heres etc.
  • Traduzione in italiano: Ladislao per grazia di Dio re di Polonia e delle terre di Cracovia, Sandomierz, Sieradz, Łęczyca, Cuiavia, supremo principe di Lituania, signore e erede di Pomerania e Rutenia, ecc.

Si può notare che il titolo di Ladislao fu 'supremo duca/principe di Lituania' mentre nello stesso tempo il titolo tradizionale di 'Granduca /principe di Lituania' era riservato a suo cugino Vitoldo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sigillo reale di Jogaila[1] (copia dell'originale conservato nell'Archiwum Uniwersytetu Jagiellońskiego).

Jogaila apparteneva alla dinastia Gediminide di duchi e granduchi di Lituania. Suo padre era Algirdas (o Olgierd, che regno dall'1345 al 1377), granduca di Lituania, figlio di Gediminas. Nacque a Vilnius in Lituania.

Con l'Unione di Krewo nel 1385, Jogaila sposò la regina di Polonia Jadwiga (che aveva solo 11 anni) e fondò la dinastia dei Jagelloni, che regnerà in Polonia e in Lituania fino al 1572. Nello stesso tempo Jogaila si convertì al Cattolicesimo, come fecero altri nobili Lituani. Pertanto divenne Re Władysław II Jagiełło (Wladislaus II) di Polonia e regnò per 49 anni. Dopo la morte di Jadwiga e della loro figlia neonata nel 1399, Władysław II Jagiełło continuò a regnare per altri 35 anni. Molti ritennero che egli avesse perso il diritto alla corona con la morte di Jadwiga. In ogni caso, non c'erano altri eredi noti degli antichi monarchi polacchi - tutti i potenziali concorrenti, che erano in gran numero, non erano che lontani parenti, e sebbene Jogaila dovesse affrontare di tanto in tanto opposizioni, il suo status di re fu più o meno sempre accettato implicitamente. Cercò di rafforzare la sua posizione e i suoi diritti risposandosi con Anna di Cilli, nipote di Casimiro III di Polonia (m. 1370), la cui madre Anna, contessa di Cilli (morta nel 1425), figlia di re Casimiro, cercò di imporre la propria influenza sul genero. Anche Anna di Cilli morì senza figli nel 1416. Władysław II Jagiełło non aveva ancora eredi. I suoi successivi matrimoni furono con nobildonne dei territori polacchi e lituani, che apparentemente non avevano più legami parentali con i monarchi polacchi.

La conversione di Jogaila segnò l'instaurazione della religione cattolica come religione di Stato in Lituania, in precedenza ciò era avvenuto solo per un breve periodo nel corso degli anni cinquanta del duecento; rimasero presenti per lungo tempo delle minoranze di fede pagana. La nobiltà lituana concesse il proprio appoggio alla nuova fede dope che le venne promesso (nel 1401) di ottenere un certo peso nella scelta dei successivi regnanti.

I confini della Polonia-Lituania durante il regno di Władysław II Jagiełło.

Da un punto di vista militare viene ricordata la bruciante sconfitta inflitta all'Ordine Teutonico, nella provincia confinante di Prussia, dalle forze polacche e lituane capitanate da Jogaila nel corso della Battaglia di Grunwald nel 1410.

Jogaila fu il capostipite della dinastia lituana ad essere anche re di Polonia (1386-1572). La successione toccò al figlio Ladislao III di Polonia e dopo la sua morte, nella Battaglia di Varna, al secondogenito Casimiro IV. Precedentemente i reganti della dinastia, nota come Gediminaičiai, erano granduchi di Lituania; dopo l'Unione di Krewo Jogalia assunse entrambi i titoli: gran duca di Lituania e re di Polonia. Tuttavia entrambi i titoli erano già usati separatamente da membri della stessa dinastia legati tra loro da stretti legami di sangue.

Prima di ciò erano re di Polonia i Piasti, nell'ultimo secolo in alternanza con i boemi Přemislidi e seguiti per un breve periodo dagli Angioini.

Sebbene la dinastia jagellonica non fosse di carattere ereditario e in teoria ciascun re di questa dinastia dovesse essere eletto, in pratica, ogni volte che il padre veniva a morte, il figlio (o il fratello) veniva eletto nuovo re.

Dopo la morte dell'ultimo esponente maschio della dinastia jagellonica, i re di Polonia vennero eletti dai nobili polacchi.

Relazioni dinastiche[modifica | modifica wikitesto]

Stemma della casata polacco-lituana.

Władysław II Jagiełło si sposò nel 1386 con Edvige di Polonia (Jadwiga, 1374-1399) da cui ebbe un'unica figlia, Elzbieta-Bonifacja (nata e morta infante nel 1399).

Nel 1402 si risposò con Anna di Cilli (1386-1416), una nobildonna slovena, nipote di Casimiro III di Polonia, e la cui madre, Anna contessa di Cilli, era morta nel 1425 senza eredi maschi. Dal matrimonio nacque una figlia, Edvige (Jadwiga, 1408-1431), che fu fidanzata a Federico II di Brandeburgo, ma che morì prima di sposarlo forse avvelenata dalla matrigna Sofia.

La terza moglie fu Elisabetta di Pilica (Elżbieta Granowska z Pileckich, 1372-1420) da cui non ebbe alcun figlio. La quarta moglie fu Sofia di Halshany (1405-1462), una nobildonna proveniente dalla Lituania, da cui ebbe due figli:

Famiglia[modifica | modifica wikitesto]

Madre[modifica | modifica wikitesto]

Juliana di Tver 1350 (ca 1325 - 1392)

Padre[modifica | modifica wikitesto]

Olgierd (ca 1304 - fine maggio 1377), Granprincipe di Lituania 1345 - 1377

Mogli[modifica | modifica wikitesto]

Regina Jadwiga di Polonia 1386 (1374 - 1399)
Anna di Cilli 1402 (1386-1416)
Elisabetta di Pilica 1417 (m. 1420)
Sofia di Halshany 1422 (m. 1461)

Fratelli[modifica | modifica wikitesto]

Theodor (XIV secolo - 1394/1400), Principe di Rylsk 1370 - 1399, Ratna 1387 - 1394, Briansk 1393
Andrzej (XIV secolo - 12 agosto 1399), Principe di Pskov 1342 - 1349, Polock 1349 - 1387, governatore di Novgorod 1394 - 1396
Demetrio I l'Anziano (Dmitry; 1327 - 12 maggio 1399 Battaglia del fiume Vorskla), Principe di Trubchevsk 1357 - 1399, Briansk 1357 - 1379, Starodub 1370 - 1399, Druck 13?? - 13??
Wladimir (XIV secolo - dopo ottobre 1398), Principe di Vitebsk - 1367, Kiev 1367-1394, Kopyl e Sluck 1394-1398
Skirgaila (Iwan; ca 1354 - 11 gennaio 1397 Kiev), Principe di Trakai 1382 - 1392, Polock 1387-1394, Kiev 1394 - 1397, reggente del Lituania 1387 - 1392
Kaributas (Korybut Demetrius, Dmitry; ca 1355 - dopo 1404), Principe di Novgorod-Seversky 1386 - 1392/93
Lengvenis (Lingwen Simon; ca 1356 - dopo il 19 giugno 1431), Principe di Mscislaw, reggente di Grande Novgorod
Karigaila (Korygiello Kazimierz (Casimir); ca 1364/67 - 1390), Principe di Mscislaw, reggente
Mingaila (Minigiello; ca 1365/68 - prima del 1382
Vygantas (Wigunt Aleksander; ca 1372 - 28 giugno 1392), Principe di Kernavė
Švitrigaila (Swidrygiello, Svitrigaylo, Boleslaw; ca 1370 - 10 febbraio 1452 Luc'k), Principe di Vitebsk 1392 - 1393, 1430 - 1436, Podolia 1400 - 1402, Novgorod-Seversky 1404 - 1408, 1420 - 1438, Černihiv 1419 - 1430, Granduca di Lituania 1430 - 1432, signore di Volynia 1437 - 1452

Sorelle[modifica | modifica wikitesto]

Agripina (1342 o prima - 1393?)
Kenna (Joanna; ca 1351 - 27 aprile 1367), sposata con Kazko di Slupsk
Euphrosina (ca 1352 - 1405//06, sposata con Oleg di Rezan
Theodora (Fedora; XIV secolo), sposata con Sviatoslav di Karachev
Helen (ca 1357/60 - 15 settembre 1437), sposata con Vladimir di Mosca nel 1372, Principessa di Borowsko-Sierpuchowsk e della terza parte del Principato di Mosca, Principessa di Wolock e di Rzewsk 1389 - 1405, Horodeck e Uglick 1405 - 1410
Maria (nata ca 1363), Principessa di Lituania, sposata con Vaidila, favorite di Algirdas e Władysław II Jagiełło nel 1379, poi con Davide di Horodec.
Aleksandra (ca 1368/70 - 19 giugno 1434), sposata con Siemowit IV of Masovia, Principessa di Czersk, Rawsk, Sochaczewsk, Plock, Gostynin, Plonsk, Wisk, Kujawsk e Belsk
Katherin (Katarzyna; ca 1369/74 - dopo il 4 aprile 1422), sposata con Johann II, duca di Mecklenburg nel 1388
Jadwiga (ca 1375 - dopo il 1407), sposata con il Duca Johann III di Oswiecim nel 1394

Figli[modifica | modifica wikitesto]

Ladislao III di Polonia (1424 - 1444)
Casimiro (1426 - 1427)
Casimiro IV di Polonia (1427 - 1492)

Figlie[modifica | modifica wikitesto]

Elzbieta-Bonifacja (1399 - 1399)
Jadwiga (1408 - 1431)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La scritta latina recita: S[igillum] Wladislaus Dei Gra[tia] Rex Polonie n[ec]no[n] t[er]raru[m] Cracovie Sa[n]domi[ri]e Syradie La[n]ci[ci]e Cuyavie Litwanie p[ri]nceps sup[re]m[us] Pomoranie Russieq[ue] d[omi]n[u]s et h[e]r[e]s e[tc].

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Dlugosz, Jan, The Annals of Jan Dlugosz, translated and abridged by Maurice Michael, commentary by Paul Smith (Chichester, UK: IM Publications, 1997).
  • Drabina, Jan, “Die Religionspolitik von König Wladyslaw Jagiello im polnisch-litauischen Reich in den Jahren 1385-1434,” Zeitschrift für Ostforschung vol. 43 (1994), p. 161-173.
  • Jogaila, parašė J. Jakštas, Z. Ivinskis, S. Sužiedėlis, A. Šapoka, P. Šležas; redagavo A. Šapoka, Kaunas, 1935, 333
  • Sruogienė-Sruoga, Vanda, “Jogaila (1350-1434),” Lituanus, vol. 33 (4) (Winter 1987), p. 23-34.
  • Tęgowski, Jan. Pierwsze pokolenia Giedyminowiczow, Poznań-Wrocław, 1999, 319, [1] p.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Gran Principe di Lituania Successore Coat of arms of Lithuania.svg
Algirdas 1377-1392 Vitoldo
Predecessore Re di Polonia Successore Herb Polski.svg
Edvige di Polonia 1386-1434 Ladislao III Jagellone

Controllo di autorità VIAF: 53101699 LCCN: n84211693