Joey Stefano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Joey Stefano
Dati biografici
Nome Nicholas Anthony Iacona Jr.
Data di nascita 1º gennaio 1968 (26 anni)
Luogo di nascita Chester
Stati Uniti Stati Uniti
Data di morte 26 novembre 1994
Luogo di morte Hollywood
Stati Uniti Stati Uniti
Dati fisici
Altezza 180 cm
Peso 75 kg
Etnia caucasica
Occhi castani
Capelli castani
Lunghezza del pene 20 cm
Dati professionali
Altri pseudonimi Joey Syefano, Nick Iacona, Joe Stefano
Specialità hard passivo, sesso orale, sesso di gruppo
Orientamento Gay
Film girati 38
 

Joey Stefano, nome d'arte di Nicholas Anthony Iacona Jr. (Chester, 1º gennaio 1968Hollywood, 26 novembre 1994), è stato un attore pornografico statunitense, apparso in 38 film pornografici gay per case pornografiche quali Catalina Video, Vivid Entertainment e Falcon Entertainment. È stato molto popolare tra gli anni ottanta e novanta.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque a Chester nell'area di Philadelphia, secondo figlio di Helen e Nicholas Iacona Sr., aveva una sorella maggiore, Linda e una minore, Tina. Nicholas frequentò la Claymont High School a Delaware fino al 1983 quando dopo la morte del padre malato di cancro, poco più che adolescente si trasferì a New York dove visse prostituendosi e abusando di droghe come cocaina, eroina e fenciclidina. Dopo aver passato sei mesi in una clinica per disintossicarsi a Delaware, incontrò il noto attore porno Tony Davis in un locale a Manhattan. Stefano si trasferì a Los Angeles dove lavorava come ballerino nei nightclub dove ben presto venne introdotto nel mondo della pornografia da Davis. È proprio nel 1989 grazie all'incontro con Chi Chi LaRue che Stefano iniziò la carriera da attore hard. Stefano fece la sua prima apparizione nel film Raw Footage del 1989 diretto dalla amica Chi Chi LaRue.

Divenne uno degli attori hard più ricercati ed ammirati, apparendo in diversi film, tra cui Idol Eyes con Ryan Idol e On the Rocks con Jeff Stryker entrambi del 1990. Stefano era noto per la sua bellezza e per essere stato esclusivamente passivo nei film da lui interpretati. La sua performance nel film More of a Man gli fece vincere un GayVN Awards come migliore attore nel 1990. Durante la registrazione del film Hard Knocks del 1990 conobbe l'attore Jon Vincent, anche lui tossicodipendente, con cui ebbe una relazione sentimentale, Stefano e Vincent hanno lavorato di nuovo insieme per Tommy Boy del 1995. Durante un'intervista nel 1990, Stefano rivelò una presunta serie di "appuntamenti sessuali" con il fondatore della casa discografica Geffen Records David Geffen. Dopo che l'intervista fu rilasciata Geffen fu costretto a fare "outing". Stefano apparve su innumerevoli copertine di riviste pornografiche gay tra cui Inches, Advocate Men, Torso e Unzipped. Secondo alcune fonti Stefano arrivò a guadagnare fino a 100.000 dollari l'anno, prendendo 1.500 dollari per ogni singola scena di sesso. Nonostante fosse diventato molto popolare nel mondo del porno, la famiglia di Stefano non aveva idea né che fosse omosessuale e tanto meno che si guadagnava da vivere facendo l'attore pornografico. Secondo sua sorella maggiore Linda, Stefano disse alla famiglia che lavorava come modello. In seguito Linda scoprì il suo vero lavoro, senza dire nulla alla loro madre. La sua immagine e il suo successo catturarono l'attenzione di Madonna, che lo coinvolse nel libro fotografico di Steven Meisel Sex del 1992.

È stato HIV positivo, e aveva contratto il virus nel 1990. Stefano morì nel novembre del 1994 per un'overdose di speedball un cocktail di cocaina, morfina, eroina e ketamina al Cedars-Sinai Medical Center. Stefano venne trovato da un amico disteso sul letto in un motel di Hollywood morente ma a quel punto era già impossibile salvarlo. Il suo corpo è stato sepolto in Pennsylvania, a fianco a quello del padre.

Filmatografia[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Charles Isherwood, Wonder Bread & Ecstasy: The Life and Death of Joey Stefano, Alyson Publishing, 1996, ISBN 1-55583-383-7.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 36180744 LCCN: n96053505