Joel Teitelbaum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Joel Teitelbaum (in ebraico: יואל טייטלבוים?; Sighet, 13 gennaio 1887Kiryas Joel, 19 agosto 1979) è stato un rabbino, mistico e filosofo ungherese, ebreo naturalizzato statunitense[1]. Noto come Reb Yoelish or il Rav (o Rebbe) Satmar, è stato un Rebbe (capo spirituale, in questo contesto)[2] e studioso chassidico Ungherese e Talmudista, fondatore dello Chassidismo Satmarer (Satmar) (ebraico חסידות סאטמאר). Il suo approccio all'ebraismo ha portato ad una rinascita della comunità chassidica ungherese, composta da molti ungheresi della Transilvania e da sopravvissuti ebrei all'Olocausto e dei loro discendenti.

Teitelbaum con il re Carlo II di Romania, 1936.

Al di fuori della comunità Satmar chassidica, Teitelbaum è probabilmente più conosciuto ai molti per la sua opposizione ad ogni forma di politica moderna sionista e per le sue dichiarazioni controverse in cui accusava i sionisti per la morte di sei milioni di ebrei durante l'Olocausto.[3]

Shoah[modifica | modifica sorgente]

Durante l'Olocausto Teitelbaum e sua moglie sono stati salvati nel 1944, scappando dalla Transilvania controllata dai nazisti grazie ad un accordo tra un funzionario sionista ungherese, Rudolph Kasztner, e un deputato di Adolf Eichmann. I passeggeri, col "treno Kasztner", che fu inizialmente dirottato dai tedeschi verso il campo di concentramento di Bergen-Belsen, alla fine raggiunsero la Svizzera coi Teitelbaum a bordo. La coppia si stabilì poi definitivamente negli Stati Uniti presso il villaggio chassidico di Kiryas Joel nellaContea di Orange, New York

Opere[modifica | modifica sorgente]

Le opere di Teitelbaum includono raccolte di responsa e novelae (contributi specialistici ai dibattiti sul Talmud) intitolati Divrei Yoel e Al HaGeulah V'Al HaTemurah, quest'ultimo scritto con l'assistenza del rabbino Rabbi N.Y. Meisels. Teitelbaum ha anche scritto una breve introduzione al trattato talmudico Shabbos per i tipi di un editore rumeno durante l'Olocausto. La sua trattazione afferma la convinzione che il Sionismo sia proibito dall'Halakha ("Legge Ebraica") - l'opera è intitolata VaYoel Moshe. Esistono anche raccolte di suoi discorsi, intitolate Hidushei Torah MHR"I Teitelbaum.

  • Vayoel Moshe (1958)
  • Al HaGeulah VeAl HaTemurah (1967)
  • Divrei Yoel
  • Dibros Kodesh

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Rabbi Joel Teitelbaum Dies at 92; Leader of the Satmar Hasidic Sect; Opposed State of Israel Moved to Brooklyn in 1946 in The New York Times, 20 agosto 1979. URL consultato il 2 febbraio 2012.
  2. ^ Rebbe (רבי) è una parola Yiddish che significa maestro, insegnante, o mentore e deriva dalla stessa parola in ebraico Rabbi, che è la forma originale in lingua ebraica di "rabbino", significante "mio maestro".
  3. ^ Garner, Dan, The Nature of Ultra-Orthodox Responses to the Holocaust.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Riferimenti[modifica | modifica sorgente]

  • Farbstein, Esther, "Sermons Speak History: Rabbinic Dilemmas in Internment between Metz and Auschwitz". Modern Judaism, maggio 2007 (EN)
  • Meisels, Dovid. The Rebbe. The extraordinary life and worldview of Rabbeinu Yoel Teitelbaum, the Satmar Rebbe. Israel Book Shop, Lakewood, New Jersey, 2010. ISBN 978-1-60091-130-9 (EN)
  • Weisshaus, Yechezkel Yossef. The Rebbe. A Glimpse into the Daily Life of the Satmar Rebbe Rabbeinu Yoel Teitelbaum. Trad (EN) di Mechon Lev Avos da Sefer Eidis B'Yosef di Rabbi Yechezkel Yosef Weisshaus. Machon Lev Avos.Israel Book Shop, Lakewood, New Jersey, 2008. ISBN 978-1-60091-063-0 (EN)
  • Colafato, Michele. Maestri. Leadership spirituali: vie, modelli, metodi, Franco Angeli, 2006 [1] (IT)

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 86219149 LCCN: n80022867