Joe Haldeman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Joe Haldeman nel 2007

Joe William Haldeman (Oklahoma City, 9 giugno 1943) è un autore di fantascienza statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Joe William Haldeman nacque nella città di Oklahoma City in Oklahoma. A causa dei frequenti spostamenti della sua famiglia visse da ragazzo a Porto Rico, New Orleans, Washington, Bethesda (Maryland) e Anchorage in Alaska.

Nel 1965 si sposò con Mary Gay Potter. Conseguì un bachelor of science in astronomia dall'Università del Maryland nel 1967. Lo stesso anno fu chiamato alle armi nell'Esercito degli Stati Uniti con la qualifica di geniere e mandato a combattere nella guerra del Vietnam. Venne ferito in combattimento e questa sua esperienza gli fornì l'ispirazione per War Year, il suo primo romanzo.

Nel 1975 conseguì un master in scrittura creativa presso l'Università dell'Iowa. Attualmente abita tra Gainesville in Florida e Cambridge nel Massachusetts e insegna al MIT.

Il romanzo più celebre di Haldeman, Guerra eterna (The Forever War, 1977), ispirato anch'esso dalle sue esperienze in Vietnam, ha vinto sia il premio Hugo sia il premio Nebula. L'autore si è rifiutato per più di vent'anni di dare un seguito alla storia, malgrado le pressioni di editori ed appassionati, fino agli anni novanta, quando ha scritto Pace eterna (Forever Peace, 1997), Premio Hugo 1998, un romanzo legato al precedente per il tema ma con una diversa ambientazione, e quindi Missione eterna (Forever Free, 1999), la prosecuzione di Guerra eterna con gli stessi personaggi.

Haldeman ha scritto inoltre due dei primi romanzi basato sulla serie classica di Star Trek, Il pianeta del giudizio (Planet of Judgment, agosto 1977) e Mondo senza fine (World Without End, febbraio 1979).

Joe Haldeman è il fratello di Jack C. Haldeman II (1941-2002), anch'egli scrittore di fantascienza le cui opere comprendono un romanzo originale basato sulla serie Star Trek (Perry's Planet, febbraio 1980).

La fantascienza secondo Haldeman[modifica | modifica sorgente]

Nel corso di scrittura creativa tenuto da Haldeman al MIT gli studenti devono presentare un racconto originale. Nel programma del corso[1] l'autore chiarisce indirettamente cosa ritiene buona fantascienza, dichiarando che bisogna possibilmente evitare storie relative a:

Opere[modifica | modifica sorgente]

(Elenco parziale)

  • War Year (1972)
  • Attar's Revenge (1975) - con lo pseudonimo Robert Graham
  • War of Nerves (1975) - con lo pseudonimo Robert Graham
  • Guerra eterna (The Forever War, 1974) Premio Hugo 1976
  • Ponte mentale (Mindbridge, 1976)
  • Il pianeta del giudizio (Planet of Judgement, 1977) - romanzo su Star Trek
  • Al servizio del TB II (All My Sins Remembered, 1977)
  • Infinite Dreams (1978) - raccolta di storie brevi
  • Mondo senza fine (World Without End, 1979) - romanzo su Star Trek
  • Worlds (1981) - primo volume della trilogia "Worlds"
  • There is No Darkness (1983) - scritto con Jack C. Haldeman II
  • Worlds Apart (1983) - secondo volume della trilogia "Worlds"
  • Seasons (romanzo breve, 1985)
  • Dealing in Futures (1985) - raccolta di storie brevi
  • Tool of the Trade (1987)
  • Fondazione Stileman (Buying Time, 1989)
  • Il paradosso Hemingway (The Hemingway Hoax, 1990)
  • Worlds Enough and Time (1992) - terzo volume della trilogia "Worlds"
  • 1968 (1995)
  • None So Blind (1996) - raccolta di storie brevi
  • Pace eterna (Forever Peace, 1997) Premio Hugo 1998
  • Saul's Death and Other Poems (1997) - libro di poesie
  • Missione eterna (Forever Free, 1999)
  • The Coming (2000)
  • Guardian (2002)
  • I protomorfi (Camouflage, 2004)
  • L'astronave immortale (Old Twentieth, 2005)
  • War Stories (2006) - raccolta di storie brevi
  • A Separate War (2006) - raccolta di storie brevi
  • Cronomacchina accidentale (The Accidental Time Machine, 2007) - romanzo finalista Nebula 2007
  • Dula di Marte (2008)
  • Verso le stelle (2010)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Science Fiction Writing Fall 2007. URL consultato il 12-01-2009.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia italiana di Joe Haldeman in Catalogo Vegetti della letteratura fantastica, Associazione culturale Delos Books.

Controllo di autorità VIAF: 59083671 LCCN: n50018607