Jodi Bieber

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Jodi Bieber (Johannesburg, 1967) è una fotografa sudafricana[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver studiato fotografia presso il Market Theatre photographic workshop, una organizzazione senza scopo di lucro fondata da David Goldblatt, Jodi Bieber inizia a lavorare come fotografa professionista nel 1983, come assistente Ken Oosterbroek. In seguito la fotografa sudafricana lavorerà da freelance, ottenendo diversi premi dalla stampa locale, e dopo aver partecipato al World Press Masterclass di Amsterdam nel 1996[1], inizia a lavorare per numerose riviste straniere, compreso il New York Times. Ha inoltre collaborato con progetti umanitari come Medici senza frontiere.[2]

Dal 1994 al 2004 Jodi Bieber ha portato avanti un progetto personale legato ai giovani che vivono ai margini nel Sudafrica.[2] Tale lavoro si è concretizzato nel libro fotografico Between Dogs and Wolves – Growing up with South Africa.

Nel febbraio 2011 ha vinto il World Press Photo of the Year 2010[3], grazie alla fotografia, pubblicata sulla copertina del Time nel luglio 2010, di Bibi Aisha una giovane afghana, sfigurata dal marito.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Jodi Bieber - South African History Online
  2. ^ a b Jodi Bieber.com
  3. ^ Top press award for photo of disfigured Afghan woman in Reuters. URL consultato l'11 febbraio 2011.
  4. ^ Karen Grigsby Bates, Bibi Aisha, Disfigured Afghan Woman Featured On 'Time' Cover, Visits U.S. in National Public Radio blog: The Two-Way, 13 ottobre 2010. URL consultato il 27 novembre 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore World Press Photo of the Year Successore Nuvola camera.svg
Pietro Masturzo 2010 Samuel Aranda