Jodhi May

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Jodhi May (Londra, 1º maggio 1975) è un'attrice britannica.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Esordio[modifica | modifica sorgente]

Inizia la sua carriera da attrice in giovanissima età: è solo un'adolescente quando, nel 1988, gira A World Apart (Un mondo a parte), il suo primo film da protagonista. È un successo: Jodhi viene premiata come migliore attrice al Festival di Cannes e riceve il premio "Laurence Olivier".

Successo[modifica | modifica sorgente]

All'epoca, Jodhi era una studentessa alla Camden School for Girls, a Londra. Nel 1990, diventa ancora più popolare in Inghilterra con il film Max and Helen. A soli 16 anni, è già considerata una diva e fa apparizioni in TV. Dopo aver girato un altro film, Eminent Domain, datato 1991, nel 1992 arriva nelle sale cinematografiche il film più conosciuto che lei abbia mai girato. Si tratta di The Last Of The Mohicans, arrivato in Italia come L'ultimo dei Mohicani, liberamente tratto dal celebre romanzo di James Fenimore Cooper.

Dopo due anni, nel 1994, Jodhi si iscrive alla prestigiosa Università di Oxford, presso il Wadham College. Proprio in quell'anno, escono altri due film con la sua partecipazione. Se nel primo, Second Best, Jodhi sembra quasi messa in disparte, non si può certo dire altrettanto per il secondo: Sister My Sister. L'uscita del film è accompagnata dallo stupore del pubblico e dalla feroce critica della stampa: all'interno della pellicola, che tra l'altro racconta una storia vera avvenuta a Le Mans (Francia) nel 1933, appaiono alcune scene di passione tra le due sorelle protagoniste. La più piccola, Lea, è Jodhi May. Nel film (come, del resto, in qualsiasi altro lavoro, cinematografico o teatrale che sia, svolto da Jodhi), non è comunque presente alcuna scena di nudo da parte dell'attrice, che viene elogiata dalla critica. L'apprezzamento del pubblico e della stampa, sfocia nella conquista di un altro premio: laureatasi ad Oxford nel 1997, nello stesso anno gira il film che la porterà a vincere al Festroia (festival internazionale di cinema in Portogallo) come migliore attrice protagonista, The Gambler.

Dopo un'apparizione nel film-TV The Woodlanders datata 1998, Jodhi entra nell'anno più ricco di "appuntamenti": si comincia con The House of Mirth, con Gillian Anderson (molto conosciuta e apprezzata in Italia per aver vestito i panni dell'agente Dana Scully nella serie X-Files). La pellicola arriva in Italia col nome di La casa della gioia, ma avrà molto più successo in Francia e Olanda. A questo punto, l'attrice torna a lavorare in TV, con film e miniserie. Fra queste ultime, ricordiamo Warriors, e Aristocrats. Ottima, poi, la sua interpretazione in Turn of the Screw. Dopo questa parentesi televisiva, Jodhi ha lavorato in teatro a Londra; prima al Soho Theatre, con la rappresentazione The Jerusalem Syndrome, e, dal 30 agosto al 10 novembre 2001, ha recitato in Platonov, una superba opera dello scrittore russo Anton Cechov, all'Almeida Theatre. Nello stesso anno, Jodhi ha lavorato in L'uomo senza legge, e The Dish, un cortometraggio diretto da Meloni Poole. Nel 2002, invece, ha recitato in Tipping the Velvet, di Geoffrey Sax. A dicembre dello stesso anno, è stata protagonista, a fianco del celebre Ralph Fiennes, di una rappresentazione teatrale che ha riscosso un notevole successo nella capitale inglese: The Talking Cure.

Lavori recenti[modifica | modifica sorgente]

Nel 2003 sono usciti i film TV Daniel Deronda e The Other Boleyn Girl; dal 14 al 23 agosto dello stesso anno, la giovane attrice inglese è tornata sulla scena per recitare nuovamente una rappresentazione di Cechov, Il Gabbiano, al Festival Internazionale di Edimburgo. Ma evidentemente l'attrazione verso il set si fa presto risentire, dal momento che il primo semestre del 2004 vede l'uscita del nuovo fim in cui Jodhi May recita ed è una dei protagonisti: si tratta di Blinded, la cui anteprima mondiale è avvenuta il 20 giugno 2004 al Festival Internazionale di Taormina.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 7599024 LCCN: no00073917