Jobing.com Arena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 33°31′54.5″N 112°15′40.5″W / 33.531806°N 112.26125°W33.531806; -112.26125

Jobing.com Arena
Glendale-arena.jpg
Informazioni
Ubicazione 9400 West Maryland Avenue
Glendale, Arizona 85305
Stati Uniti Stati Uniti d'America
Inizio lavori 2002
Inaugurazione 26 dicembre 2003
Copertura si
Proprietario Città di Glendale
Progetto HOK Sport
Uso e beneficiari
Uso polivalente Phoenix Coyotes (NHL) (2003-oggi)
Arizona Sting (NLL) (2003-2007, 2009)
Capienza
Posti a sedere Hockey: 17.799
 

La Jobing.com Arena è un'arena indoor situata a Glendale, Arizona. Ospita i Phoenix Coyotes della National Hockey League (NHL) e gli Arizona Sting della National Lacrosse League (NLL). L'arena si trova di fronte all'University of Phoenix Stadium, casa degli Arizona Cardinals, squadra NFL. Il 25 ottobre 2006 la società online locale Jobing.com ha acquistato i diritti di denominazione per 10 anni per 30 milioni di dollari.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La costruzione dell'arena iniziò nel 2002, e i Coyotes si spostarono in quest'arena appena fu completata alla fine del 2003. La squadra aveva giocato le sue precedenti stagioni all'America West Arena (ora US Airways Center) nel centro di Phoenix. Quest'arena, pur non essendo vecchia, era stata disegnata principalmente per il basket, e non c'era spazio sufficiente per un campo regolamentare da hockey. Di conseguenza, la capacità fu ridotta a soli 16.000 posti, rendendola l'arena più piccola di tutta l'NHL, e di questi circa 3.000 avevano la visuale ostruita.

Si decise così di costruire una nuova arena nella zona suburbana di Glendale. Originariamente prevista per il 2001, la Glendale Arena venne inaugurata il 26 dicembre 2003, con la vittoria degli Arizona Sting contro i Vancouver Ravens per 16–12. Il primo match NHL fu giocato la sera successiva, tra i Coyotes e i Nashville Predators.

Dal 2005, la Jobing.com Arena ospita i tornei di basket, pallavolo, wrestling e cheerleading riservati alle high school dell'Arizona in un evento chiamato February Frenzy, in seguito all'accordo tra la città di Glendale e l'Arizona Interscholastic Association (AIA).

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]