Joan de Castellnou

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Joan de Castelnou o Castellnou o Castelnau (... – ...) è stato un trovatore (fl. 1341–1355) del Consistori del Gay Saber attivo a Tolosa.

Opera[modifica | modifica wikitesto]

Ci ha lasciato cinque o sei cansos, tre vers, una dansa, un conselh e un sirventes. Tuttavia, i suoi componimenti più famosi sono quelli non lirici: una grammatica (compendi) chiamata Las flors del gay saber, estier dichas las Leys d'amors e un glossario (glosari) sul Doctrinal (1324) del suo predecessore, Raimon de Cornet.

Il Glosari di Joan, di solito datato al 1341, è un'analisi critica del Doctrinal, non una grammatica completa di per sé. La sua Leys, tuttavia, è l'ultimo e il più vasto trattato grammaticale occitano medievale scritto con l'intenzine di conservare la forma letteraria della lingua. Esso è altamente sistematico e prescrittivo. Il suo doppio titolo indica la stretta relazione nella tradizione lirica medievale tra la scienza poetica (gay saber) e l'arte d'amore (amors). La datazione della Leys è meno certa; Boase la situa tra il 1328 e il 1337,[1] mentre Jeanroy la colloca in una data successiva, nel 1355. Probabilmente venne commissionata dal Consistori come compendio di conoscenza grammaticale per un vasto pubblico e per "rivelare" l'arte segreta della poesia. Il suo autore — dato per ignoto, ma oggi di solito identificato con Joan — cerca inoltre di trattenere gli amanti dall'amore disonesto.[2] Un parallelo è stato osservato tra la Leys e il prologo del Libro de Buen Amor di Juan Ruiz.[3]

Componimenti[modifica | modifica wikitesto]

Compendi[modifica | modifica wikitesto]

  • Aquest es lo Compendis de la conexensa dels vicis ques podon esdevenir en los dictats del Gay Saber

Cansos[modifica | modifica wikitesto]

  • Dieus! E com soy alegres e joyos
  • Pus midons val tant, si Deus m'enantischa
  • Si co·l soleyls, per son cors acomplir
  • Tan soi leyals envas ma bel' aymia
  • Valor ses frau, dona, tenetz en car

Dansa[modifica | modifica wikitesto]

  • Axi·m te dins el gran briu

Sirventes[modifica | modifica wikitesto]

  • Tant es lo mons ples d'amor descorteza

Sirventes (vers)[modifica | modifica wikitesto]

  • Qui de complir tot son plazer assaya
  • Si com de cauza vedada
  • Tot claramen vol e mostra natura

Tenso (conseyll)[modifica | modifica wikitesto]

  • Al gay coven vuyl far aquest deman

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Boase, 5.
  2. ^ Boase, 6.
  3. ^ Boase, 53 n8.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]