Jimmy Hill

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jimmy Hill
Dati biografici
Nome James William Thomas Hill
Nazionalità Inghilterra Inghilterra
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex calciatore)
Carriera
Squadre di club1
1949-1952 Brentford Brentford 83 (10)
1952-1961 Fulham Fulham 276 (41)
Carriera da allenatore
1961-1967 Coventry City Coventry City
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Jimmy Hill (Londra, 22 luglio 1928) è un ex calciatore britannico.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Da calciatore giocò nel Brentford e nel Fulham per cui giocò oltre 300 partite.

Nel 1957 divenne il presidente della Professional Footballers' Association e fu tra i favorevoli all'abolizione dello stipendio massimo dei calciatori della Football League (all'epoca 20 sterline settimanali), abolizione poi regolarmente avvenuta. Lasciò l'incarico nel 1961[1], per intraprendere la carriera di allenatore.

Nel 1961 venne ingaggiato come allenatore dal Coventry City. Nella stagione 1966-1967 Hill guidò gli Sky Blues alla prima promozione in First Division della loro storia ma poi lasciò l'incarico dedicandosi alla carriera televisiva.[2] In totale Hill guidò il Coventry in 281 partite vincendone 125, perdendone 75 e pareggiandone 81.[3]

Nel 1975 tornò a Coventry nelle vesti di direttore generale, e, per un breve periodo, di presidente, senza però raggiungere lo splendore del periodo di allenatore.[2]

Nel 1987 divenne presidente del Fulham ed evitò la fusione dei Cottagers con il Queens Park Rangers.[1]

Nel 1967 intraprese una lunga carriera da commentatore sportivo, in particolare per la BBC, con cui lavorò negli anni settanta, ottanta e novanta. Nel 1999 lasciò la BBC per legarsi a Sky Sports.[1]

Nel 2005, quando il Coventry City giocò la sua ultima partita al Highfield Road poi demolito, Hill ricevette una calda accoglienza.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Ufficiale dell’Ordine dell’Impero Britannico - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell’Ordine dell’Impero Britannico
— Londra, 2001

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Jimmy Hill Biography, TheBiographyChannel.co.uk.
  2. ^ a b (EN) Club History, CCFC.co.uk.
  3. ^ (EN) Jimmy Hill's managerial career, Soccerbase.com.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]