Jimdo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jimdo
URL www.jimdo.com
Tipo di sito Hosting
Lingua italiano, inglese, tedesco, francese
Proprietario jimdo team
Creato da Matthias Henze, Fridtjof Detzner, Christian Springub
Lancio 2007
Stato attuale Attivo

Jimdo è un servizio di web hosting nato nel 2007 e gestito dalla società Jimdo GmbH di Amburgo, in Germania.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Jimdo offre la possibilità di creare pagine e siti web in modalità WYSIWYG, vale a dire operando in maniera visuale direttamente all'interno del browser. La piattaforma è un CMS[1] che permette di gestire sia l'impostazione grafica del sito sia l'inserimento e l'organizzazione dei contenuti.

Come altri servizi simili, Jimdo è incentrato sulla semplicità d'uso[2], e permette di creare un sito web coerente senza ricorrere a linguaggi di programmazione come l'HTML e senza la necessità di utilizzare FTP per caricare nuove pagine sul server. Ma attraverso l'interfaccia HTML/CSS è possibile caricare design personalizzati.

Il CMS offre la possibilità di lavorare all'SEO, attraverso l'impostazione di metadescrizione e metatag senza bisogno di usare codici, semplicemente attraverso l'interfaccia SEO. I Feed RSS ed una funzione di e-commerce sono integrati nel sistema. Jimdo permette anche la creazione di post cronologici offrendo quindi alcune funzionalità proprie dei blog. I collegamenti diretti a Twitter, Facebook, Pinterest, Google+, LinkedIn, Dropbox e YouTube sono automaticamente gestiti dalla piattaforma che ne mostra il contenuto in anteprima.

Jimdo fa ampio impiego di software libero ed open source tra cui la distribuzione GNU/Linux Debian, i linguaggi di programmazione PHP e Ruby ed il database MySQL.

Modello commerciale[modifica | modifica wikitesto]

Jimdo è un servizio freemium che offre 3 versioni del prodotto: JimdoFree gratis, JimdoPro e JimdoBusiness in abbonamento annuale. Il primo offre un dominio di terzo livello e ha un box pubblicitario nella sidebar. Gli altri due sono a pagamento e includono la registrazione di domini, l'attivazione di account di posta elettronica, più spazio di hosting, più flessibilità per la funzione e-commerce e strumenti avanzati per il SEO. Tutti i siti Jimdo hanno versione mobile, con design personalizzabile. La navigazione e gli acquisti sui negozi online Jimdo sono ottimizzati per smartphone.

Con Jimdo sono stati creati ad oggi (aprile 2013) oltre 8 milioni di siti web in ben 11 lingue.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I tre fondatori di Jimdo Matthias Henze, Fridtjof Detzner e Christian Springub sviluppano inizialmente la piattaforma per la loro prima ditta, la Northclick GmbH: agenzia web che si rivolge a imprenditori tedeschi solo con soluzioni a pagamento. Il progetto viene sviluppato ulteriormente e prende caratteri più ampi, l'idea è di dare a tutti la possibilità di avere e gestire un sito web in modo facile e autonomo, nasce il concetto di "Pages to the people". La vincita di un concorso di startup di Amburgo permette a Matthias, Christian e Fridjtof di trasferirsi dalla fattoria di Cuxhaven, dove hanno trascorso un anno in full immersion per definire il prodotto Jimdo [3] al loft di Amburgo dove tuttora ha sede centrale di Jimdo. A Shangai, Tokyo e San Francisco ci sono altri uffici.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Little Boxes - Was Sie wissen sollten, bevor Sie eine Website bauen (lassen), Peter Müller, Edizioni Markt + Technik, Monaco/Germania, 2008
  2. ^ Jimdo, per creare un sito in pochi minuti, Mytech.it
  3. ^ Marta Buonadonna, A ciascuno il suo sito in 5 minuti: i servizi gratuiti sul web 8 febbraio 2008

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Web Portale Web: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Web