Jim Inhofe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jim Inhofe
Jim Inhofe, official photo portrait, 2007.jpg

Senatore, Oklahoma
Durata mandato 16 novembre 1994In carica
Predecessore David L. Boren

Membro della Camera dei Rappresentanti - Oklahoma, distretto n.1
Durata mandato 3 gennaio 1987 – 15 novembre 1994
Predecessore James Robert Jones
Successore Steve Largent

Sindaco di Tulsa, Oklahoma
Durata mandato 19781984

Dati generali
Partito politico Repubblicano
Tendenza politica conservatore

James Mountain "Jim" Inhofe (Des Moines, 17 novembre 1934) è un politico statunitense, attuale senatore per lo stato dell'Oklahoma e membro della Camera dei Rappresentanti per lo stesso stato dal 1987 al 1994.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato nell'Iowa, Inhofe si trasferì a Tulsa da bambino e dopo gli studi lavorò nel mondo degli affari, fino a divenire presidente di un'agenzia assicurativa.

Negli anni sessanta Inhofe entrò in politica con il Partito Repubblicano e venne eletto all'interno della legislatura statale dell'Oklahoma. Nel 1974 si candidò alla carica di governatore, ma venne sconfitto nettamente dall'avversario democratico David L. Boren.

Nel 1976 si candidò alla Camera dei Rappresentanti, ma perse contro il deputato democratico in carica James Robert Jones. Due anni dopo Inhofe si candidò a sindaco di Tulsa e riuscì ad essere eletto, per poi essere riconfermato nel 1980 e nel 1982.

Nel 1986 il deputato Jones non chiese la rielezione alla Camera e Inhofe si ricandidò per il seggio, riuscendo stavolta a vincere la competizione. Inhofe venne riconfermato deputato dagli elettori fino al 1994, quando decise di lasciare la Camera per concorrere al seggio del Senato lasciato vacante da David Boren. Inhofe riuscì a farsi eleggere e a farsi riconfermare negli anni successivi.

Inhofe è giudicato uno dei membri più conservatori dell'intero Congresso, soprattutto in materia di immigrazione e diritti degli omosessuali. Ha inoltre avuto diversi contrasti con gli ambientalisti: dopo aver paragonato l'EPA alla Gestapo[1] e Carol Browner alla Rosa di Tokio, Inhofe definì il riscaldamento globale "la seconda bufala più grande mai proposta al popolo americano dopo la separazione fra Stato e Chiesa"[2].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) James Inhofe proves "flat Earth" doesn't refer to Oklahoma, Heatisonline. URL consultato il 1º gennaio 2013.
  2. ^ (EN) Greenhouse Bananas: Non-Science Smear Campaigns, Scientific American. URL consultato il 1º gennaio 2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 75907919 LCCN: no96018299