Jewish News One

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jewish News One
Paese Belgio Belgio
Lingua Inglese
Tipo All-news
Slogan Informing Opinion, Expanding Horizons (cultura e informazione allargano gli orizzonti)
Data di lancio 21 settembre 2011
Sede principale Bruxelles (Belgio)
Sito http://jn1.tv/
Diffusione
Satellite
Astra 4A
(Europa)
11766 H | 27500 | 3\4
Eutelsat Hot Bird 13D
(Europa)
11034 V | 27500 | 3\4
Galaxy 19
(Nord America)
12053 V | 22000 | 3\4
GloryStar
(Nord America)
Channel 902

Jewish News One è un canale televisivo all-news che trasmette in tutto il mondo via satellite (su Astra, Hotbird, Galaxy 19 e GloryStar), dedicato ai telespettatori di religione ebraica. La sede di questo canale è a Bruxelles, in Belgio. Jewish News One, o JN1, è una rete internazionale che copre le notizie del mondo con un focus sugli eventi correlati a Israele. La sua principale missione è quella di riportare tutte le attualità ebraiche e israeliane senza pregiudizi e, secondo i portavoce, Jewish News One, come Jewish Life Television (o Guysen TV che si è poi trasformata in I24news), ha la possibilita' di ottenere questo risultato perché è un'organizzazione indipendente, senza scopo di lucro, e che non dipende da alcuna nazione, governo o partito politico. La loro parola d'ordine è informare l'Opinione pubblica, allargando i propri orizzonti. Jewish News One ha iniziato le trasmissioni il 21 settembre 2011.

Un sogno che si avvera. Un canale all-news internazionale in lingua inglese – in stile Al Jazeera, Al Arabiya o CNN (per ora somiglia più ad Euronews, ndt) – ma che illustri più dettagliatamente le ragioni israeliane, quasi sempre ignorate o trattate superficialmente dalla maggior parte dei media: in quanti hanno sperato che nascesse un canale così?

Ebbene, oggi esiste: si chiama Jewish News One (JN1). Ha iniziato ufficialmente le sue trasmissioni il 21 settembre 2011. Fondato da Igor Kolomoisky e Vadim Rabinovich, rispettivamente presidente e vicepresidente dell’Unione Ebraica Europea. I suoi obiettivi sono illustrare i fatti da una prospettiva ebraica, cercando tuttavia di mantenere una certa obiettività nell’esposizione dei fatti.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Jewish News One non è responsabile e non riceve alcun finanziamento dal governo di Israele. La rete è di proprietà degli ucraini Igor Kolomoisky e Vadim Rabinovich, presidente e vicepresidente, rispettivamente, della European Jewish Union (EJU), con sede a Bruxelles che e' l'organismo delle comunità e organizzazioni ebraiche in Europa. Essi hanno riferito un investimento di 5 milioni di dollari per la realizzazione del canale televisivo. I due imprenditori sono filantropi di spicco della comunità ebraica internazionale, da sempre impegnati per il finanziamento di eventi della società civile in Israele e Ucraina. Hanno deciso di lanciare una rete telegiornale per fare qualcosa che risuonasse a livello internazionale.

La trasmissione via satellite ha iniziato ufficialmente in Europa il 21 settembre 2011. Tuttavia, la rete era stata utilizzata per un certo tempo prima di questa data, con il loro primo uploading video di YouTube come canale già il 7 settembre 2011. Poco dopo il 21 settembre del 2011, la copertura satellitare è stata ampliata per Nord America e in Eurasia.

Un evento di presentazione del canale, o Festa per il lancio, si è svolta a Bruxelles, in Belgio il 21 settembre 2011. Uno dei proprietari, Vadim Rabinovitch, ha simbolicamente liberato decine di palloncini recanti il logo del canale verso il cielo per segnare quello che lui ha dichiarato una giornata storica.

Obiettivi[modifica | modifica wikitesto]

Alexander Zanzer, il capo dell'ufficio di Bruxelles, ha detto:

Jewish News One non sarà necessariamente pro-o anti-Israele, lasceremo il pubblico sentire il punto di vista israeliano, e sarà fino ai telespettatori di decidere se hanno ragione . E in un'altra occasione se il Primo ministro Benjamin Netanyahu o Ministro degli esteri Avigdor Lieberman fare qualcosa che viene percepito negativamente, noi lo riferiremo perché siamo un network di notizie. D'altra parte, naturalmente, cercheremo di trasmettere cose positive su Israele e la Diaspora ebraica.

Peter Dickinson, editore di Kiev, è stato citato dicendo:

Noi non guardiamo al nostro canale solo di essere "notizia per gli ebrei," è un'impresa molto più ampio di quello, e sono sicuro che faremo un sacco di non-ebrei spettatori che arriveranno per vedere la varietà delle nostre notizie.

Jordana Miller, un ex reporter della CNN e della rete di Tel Aviv capo dell'ufficio, ha affermato categoricamente che Jewish News One non diventerà una "stazione di propaganda." Ha aggiunto: Non c'è niente di questa rete, che esclude, ridurre o tagliare la narrativa palestinese, quando si tratta del conflitto qui in Israele.

E la European Jewish Union (EJU), cui i proprietari sono il presidente e il vice presidente della Jewish News One, ha dichiarato in un comunicato stampa:

L'obiettivo principale di Jewish News One è quello di creare una piattaforma di classe che si occupa di temi importanti e pertinenti, insieme ad altri provider internazionali come CNN, Al Jazeera, BBC, CCTV, France 24, e Russia Today.

Organizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Uffici

Jewish News One ha attualmente uffici o studi a Bruxelles, Kiev e Tel Aviv, con sede a Bruxelles.

Alexander Zanzer (Bruxelles) Jordana Miller (Tel Aviv) Peter Dickinson (Kiev)

Corrispondenti[modifica | modifica wikitesto]

Jordana Miller Sivan Raviv

Personale[modifica | modifica wikitesto]

Patrick Evan (Senior Editor) Peter Dickinson (Produttore Generale) Peter Dutczyn (Senior Editor) Valentyna Mala (Direttore Generale)

Programmazione[modifica | modifica wikitesto]

Contenuto

La trasmissione Jewish News One è una 24-ore di rete televisiva con notizie che si articolano in argomenti specialmente di interesse ebraico e con uno sguardo sul mondo e vi è tipicamente circa un'ora di riprese in qualsiasi momento. Ogni ciclo inizia con titoli, le caratteristiche dei pacchetti di notizie e interviste, e termina con un video, che è una notizia riportata da immagini senza narrazione. Un nastro giallo nella parte inferiore dello schermo, riporta rapidamente i titoli più importanti per le persone che hanno appena cambiato il canale o non ascoltare l'audio. Non ci sono pubblicità o interruzioni commerciali in broadcast.

Lingua[modifica | modifica wikitesto]

Tutta la programmazione è attualmente disponibile solo in Lingua inglese, ma Jewish News One ha annunciato l'intenzione di trasmettere in otto lingue. Questi includono russo, ucraino, francese, spagnolo, ebraico, italiano e tedesco.[1].

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]