Jessica Sutta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jessica Sutta

Jessica Lilian Sutta (Miami, 15 maggio 1982) è una cantante, attrice e ballerina statunitense. È conosciuta soprattutto per essere stata una delle componenti del gruppo musicale The Pussycat Dolls.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Jessica è nata in Florida da padre ebreo di origini russe/polacche e da madre di origini giapponesi e irlandesi. Iniziò a praticare la danza classica all'età di tre anni. All'età di quattordici anni si trasferì alla "New World School of the Arts" per studiare seriamente danza.

Per un problema ad un ginocchio lasciò la danza, indirizzandosi verso gli studi teatrali, prima di ritornare definitivamente alla danza. Nel 1999 entrò a far parte delle cheerleader della squadra di basketball Miami Heat, della quale divenne capitana nel 2001. In quel periodo la Sutta ha anche recitato nella soap opera svedese "Ocean Ave", girata in Florida.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

The Pussycat Dolls[modifica | modifica sorgente]

Nel 2002 la Sutta si trasferisce a Los Angeles, e inizia a lavorare come ballerina nei video musicali di Will Smith, Craig David, Gloria Estefan e di molti altri artisti. Nello stesso anno, attira l'attenzione della coreografa Robin Antin che la sceglierà come membro delle Pussycat Dolls, corpo di ballo burlesque. Dopo il rinnovamento del gruppo entra a far parte della band e nel 2003 insieme alle altre ragazze sigla un contratto con la Interscope Records.

Nel 2005 la band pubblica il primo album PCD che ottiene un buon successo mondiale di vendite.

Dopo una pausa, nel 2008 viene pubblicato Doll Domination, secondo album della band al cui interno è presente una canzone da solista della Sutta, If I Was A Man.

Nel 2010 Jessica Sutta abbandona le Pussycat Dolls e inizia la lavorazione al suo primo album da solista.

Carriera solista[modifica | modifica sorgente]

Nel 2007 debutta come solista collaborando al nuovo album del produttore tedesco Paul Van Dyk dal titolo In Between. La Sutta duetta con Van Dyk nel brano White Lies, primo singolo estratto dall'album.

Nel 2011 esce il primo singolo del suo album da solista. Il singolo s'intitola "Show Me" e di questo è stato girato anche un video.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 71712292

musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica