Jerry Wexler

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gerald "Jerry" Wexler (New York, 10 gennaio 1917Sarasota, 15 agosto 2008) è stato un giornalista e produttore discografico statunitense.

Cresciuto in una famiglia ebrea, nacque nel borough del Bronx a New York City e passò l'infanzia a nord di Manhattan. Nel 1936 si iscrisse all'Università Statale del Kansas (Kansas State University)[1] fino alla sua convocazione alla marina militare statunitense durante la seconda guerra mondiale. Dopo la guerra terminò gli studi universitari[2] e iniziò a lavorare per la Broadcast Music Incorporated e la Metro-Goldwyn-Mayer.

Nel 1953 divenne socio della Atlantic Records, dove incontrò Ray Charles, The Drifters e Ruth Brown. Insieme a Ahmet Ertegün e Nesuhi Ertegün rese la Atlantic Records uno dei giganti della industria musicale dell'epoca.[3] Nel 1967 venne eletto produttore dell'anno per il suo lavoro con Aretha Franklin. Sempre negli anni sessanta collaborò con altri importanti artisti di musica soul come Wilson Pickett e rimodernò gli studi della Stax Records. Nel 1983 registrò con la pop star britannica George Michael, e quattro anni dopo venne introdotto nella Rock and Roll Hall of Fame.[4]
Ritiratosi dalla scena musicale alla fine degli anni novanta, morì nella sua casa di Sarasota in Florida per insufficienza cardiaca.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Famous Alumni, k-state.edu. URL consultato l'11 dicembre 2010.
  2. ^ (EN) K-State Keepsakes: Jerry Wexler: Mr. "Rhythm & Blues", 19 agosto 2008. URL consultato l'11 dicembre 2010.
  3. ^ (EN) Steve Kurutz, Jerry Wexler - Biography, allmusic.com. URL consultato l'11 dicembre 2010.
  4. ^ (EN) 2006 inductees - Jerry Wexler, rockhall.com. URL consultato l'11 dicembre 2010.
  5. ^ (EN) Industry Legend Jerry Wexler Dies At 91, billboard.com. URL consultato l'11 dicembre 2010.

Controllo di autorità VIAF: 46969534 LCCN: n92082898