Jeremy Belpois

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jeremy Belpois
JeremieBelpois.jpg
Universo Code Lyoko
Lingua orig. Francese
Soprannome

Einstein[1]

Autori
Studio
1ª app. 3 settembre 2003
1ª app. in Episodio 1, "Teddygozilla"
app. it. 13 settembre 2004
app. it. in Episodio 1, "Il mostro di peluche"
Interpretato da Marin Lafitte (Code Lyoko - Evolution)
Voce orig. Raphaëlle Bruneau
Voci italiane
Sesso Maschio
Parenti
  • Michel Belpois (padre)
  • Patrick Belpois (cugino)

Jeremy Belpois è uno protagonisti della serie animata Code Lyoko. Nella serie televisiva Code Lyoko - Evolution è interpretato da Marin Lafitte.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Code Lyoko[modifica | modifica sorgente]

Jeremy ha dodici anni (trecidi dalla terza stagione), è il più timido dei quattro amici, ma anche il più intelligente: è infatti un genio dell'informatica. È innamorato di Aelita e, nonostante sia ricambiato, fa di tutto per non darlo a vedere. Adora la scuola, e per lui anche le materie più noiose diventano interessanti: eccelle soprattutto in quelle scientifiche, così Odd gli affibbia il soprannome "Einstein" mentre, nei casi in cui commette un errore nell'installazione di un programma, lo chiama "Frankeinstein" (soprannome che verrà usato anche da Ulrich, Yumi e infine anche da Aelita). A Jeremy interessano molto i robot, come si vede nelle puntate "XANA e i suoi robot", "Musica mortale" e nel prequel "Il risveglio di XANA". I suoi robot sono spesso costruiti con dispositivi high-tech. Ha paura di volare[2].

Nel prequel "Il risveglio di XANA", mentre cerca i pezzi per completare un robot da presentare a un concorso scolastico, scopre la sala di comando, la sala degli scanner e il Supercomputer. Successivamente lo dice a Ulrich, che a sua volta recluta Yumi. Ulrich e Jeremy decidono di usare il cane di Odd, Kiwi, per testare gli scanner: in questa occasione Odd viene a conoscenza del segreto, perché, cercando di recuperare Kiwi, viene virtualizzato su Lyoko al suo posto.

Jeremy si occupa del Supercomputer, coordina le missioni su Lyoko e avverte i suoi amici della presenza dei mostri di XANA, cosicché possano difendere Aelita. Quando XANA attiva una torre, la localizza e ne manda le coordinate al gruppo. Solitamente è a capo del Supercomputer, perché è l'unico a saperlo utilizzare bene (oltre ad Aelita) e perché ha paura della virtualizzazione. Ha anche la possibilità di attivare torri[3]: esse possiedono l'alone di colore verde chiaro, invece di quello rosso tipico di XANA. Jeremy ha vari strumenti: il più importante è il computer portatile che lo avvisa subito se XANA ha scagliato un attacco. Possiede anche una tuta anti-radiazioni che viene utilizzata nell'episodio "Per il bene comune" per inserire nel Supercomputer una nuova ricarica di uranio. Per andare alla fabbrica usa un monopattino.

Jeremy conosce, come Yumi, il Codice Morse[4].

Code Lyoko - Evolution[modifica | modifica sorgente]

Jeremy torna al comando del Supercomputer, aiutato, oltre che da Aelita, dalla nuova studentessa Laura, e riceve gli allarmi di XANA non più sul computer ma direttamente sul suo cellulare. Il ragazzo scopre anche che le torri possono ora essere disattivate da qualsiasi guerriero, a parte William.

Famiglia[modifica | modifica sorgente]

Della famiglia di Jeremy si conosce solo il padre Michel, che appare nell'episodio 49, "Franz Hopper", per portare Jeremy alla scuola per geni, per cui lui aveva fatto richiesta. Jeremy ha anche un cugino, Patrick, che appare nell'episodio 88, "Cugini di secondo grado".

Jeremy su Lyoko[modifica | modifica sorgente]

Jeremy, di solito, non visita mai Lyoko, preferendo restare nel mondo reale. Nella serie animata viene però virtualizzato su Lyoko almeno tre volte, una delle quali per testare la sua resistenza a XANA, nell'episodio 31, "Mister Puck": questa esperienza, tuttavia, non viene mostrata, ma si vede solo il ragazzo che esce dallo scanner. Si apprende inoltre che ha lottato contro due Megatank. Nell'episodio "Dimensione parallela" non viene virtualizzato su Lyoko, ma in una sfera all'interno di esso come un clone simile a quello esistente nel mondo reale. Un'altra volta, inoltre, Jeremy resta accidentalmente intrappolato nel limbo virtuale mentre tenta di andare su Lyoko a causa di una discussione avvenuta la sera prima con Aelita. La memoria dello scanner viene tagliata prima del completamento del processo, ma Jeremy riesce comunque a dire agli altri come liberarlo.

Nel romanzo "Il ritorno della fenice", Jeremy viene costretto ad andare su Lyoko dall'associazione che ricercava Franz Hopper, la Green Phoenix, in particolare dal capo, "Hannibal Mago", e assume l'aspetto di un elfo, con un'arma simile ad un pugnale e un cappello con una piuma affilata.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Chiamato così da Odd per la sua intelligenza. Per lo stesso motivo, Sissi chiama lui e Aelita "il signore e la signora Einstein".
  2. ^ Episodio 84, "Missile teleguidato".
  3. ^ Dall'episodio 47, "In perfetta forma".
  4. ^ Episodio 70, "A gonfie vele".
Animazione Portale Animazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Animazione