Jenö Jandó

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Jenő Jandó (Pécs, 1 febbraio 1952) è un pianista ungherese.

Jenő Jandó riceve le sue prime lezioni di pianoforte all'età di 7 anni da sua madre. In seguito studia alla "Accademia Franz Liszt" con Katalin Nemes e Pál Kadosa, istituto dove riveste ancora oggi il titolo di docente di pianoforte principale.

Carriera solistica[modifica | modifica sorgente]

La sua carriera professionale è segnata dalla premiazione in numerosi concorsi pianistici, tra cui spiccano i "Beethoven" a Budapest nel 1970 ( 3○ posto), "Cziffra György" a Versailles nel 1972 , "Della Radio Ungherese" nel 1973 e "Dino Ciani" a Milano nel 1975, il Concorso internazionale di Sydney nel 1977 nella categoria musica da camera.

Da sempre Jandó padroneggia un repertorio molto ampio, che include l'integrale delle Sonate per pianoforte di Ludwig van Beethoven, tutti i Concerti e le Sonate per pianoforte di Wolfgang Amadeus Mozart, l'intera raccolta del Clavicembalo ben temperato, le Sonate per pianoforte di Franz Joseph Haydn, i Concerti e le Sonate per pianoforte di Béla Bartók ed infine la maggior parte delle sonate per pianoforte di Franz Schubert. La maggior parte di questi lavori è stata incisa per l'etichetta discografica Naxos in più di 60 album.

Tra le sue interpretazioni migliori vanno sicuramente ricordati il Concerto per pianoforte n. 2 in di Rachmaninov e le sue interpretazioni delle opere per pianoforte di Schumann, oltre anche a un'ottima e curata esecuzione dei "Quadri di un'esposizione" di Mussorgsky. Brillante è anche la sua esecuzione dell'Aria con variazioni dalla Suite n. 5 di G. F. Händel (Il fabbro armonioso).

Musica da camera[modifica | modifica sorgente]

Come pianista accompagnatore, Jandó ha collaborato con la violinista giapponese Takako Nishizaki nella registrazione delle Sonate per violino e pianoforte di Franck, Grieg, Schubert e Mozart. Le sue abilità come grande accompagnatore sono anche dimostrate nella Sonata per violoncello e pianoforte di Kodály e in una recente incisione delle Sonate di Dohnányi in duo con la violoncellista tedesca Maria Kliegel.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 85866683 LCCN: n85352576