Jean Rhys

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Jean Rhys, pseudonimo di Ella Gwendolen Rees Williams (Roseau, 24 agosto 1890Exeter, 14 maggio 1979), è stata una scrittrice britannica di origini caraibiche attiva nella metà del Novecento.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

I suo primi quattro romanzi vennero pubblicati tra gli venti e trenta, ma non venne considerata una figura letteraria rilevante fino alla pubblicazione del suo romanzo Il grande mare dei Sargassi nel 1966. Prequel di Jane Eyre di Charlotte Brontë, Il gurande mare dei Sargassi vinse il WH Smith Literary Award nel 1967. La Rhys nacque in Dominica (un'ex colonia britannica nei Caraibi) da padre gallese e madre creola di origine scozzese. Si trasferì in Inghilterra all'età di sedici anni, dove intraprese una sfortunata carriera come corista. Negli venti si trasferì in Europa, viaggiando come un'artista bohémien e risiedendo occasionalmente a Parigi. Durante questo periodo, la Rhys visse praticamente in povertà, familiarizzando con l'arte e la letteratura modernista e sviluppando la dipendenza dall'alcol che l'accompagnò per il resto della sua vita. La sua esperienza con la società patriarcale e la sensazione di confusione durante questo periodo andranno a formare temi importanti nella sua opera. Le opere della Rhys sono centrate spesso sulla vita di donne strappate dalle proprie radici e lasciate morire secondo il capriccio di società a loro estranee, un'ovvia eco della sua stessa vita. Il suo stile è spesso citato per la capacità di fondere le tecniche moderniste alla sensibilità tipica delle Indie Occidentali. I suoi lavori furono soprattutto pubblicati e promossi da Ford Madox Ford. Diana Athill della casa editrice Andre Deutsch ebbe il merito di far tornare alla ribalta presso il grande pubblico gli scritti della Rhys ormai dimenticati e fu la responsabile della pubblicazione de Il grande mare dei Sargassi.[1]

Dal 1919 al 1932 fu sposata con Jean Lenglet, dal quale ebbe anche un figlio.

Nel 1947 si sposò con Max Hamer.

Negli ultimi anni della sua vita la Rhys visse a Londra presso l'amico jazzista George Melly. Scrisse una sardonica canzone d'amore per lui con John Chilton chiamata Life With You.

Morì il 14 maggio 1979 a Exeter, nel Devon, in Inghilterra.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Francesco Marroni. "Jean Rhys: le stanze e la voce. Note per una lettura di The Voyage in the Dark". In Dimore narrate. Spazio e immaginario nel romanzo contemporaneo, a cura di C. Pagetti e G. Rubino, Roma, Bulzoni, 1988.
  • Francesco Marroni. "Nel guardino delle orchidee: Jane Eyre e Jean Rhys". In Metamorfosi: traduzione/tradizione. Spessori del concetto di contemporaneità, a cura di E. Glass, F. Marroni, G. Micks e C. Pagetti, Pescara, CLUA, 1988.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 86835175 LCCN: n80013225

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie