Jean Maximilien Lamarque

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jean Maximilien Lamarque

Jean Maximilien Lamarque (Saint-Sever, 22 luglio 1770Parigi, 1º giugno 1832) è stato un generale francese, comandante di divisione durante le guerre napoleoniche, e parlamentare.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Saint-Sever, nelle Lande, Lamarque entrò nell'esercito nel 1791. Guadagnatosi il grado di generale, comandò una delle sei armate mandate alla conquista del Regno delle due Sicilie. Fu protagonista, insieme ad Alessandro Mandarini, dell'assedio napoleonico di Maratea. Nel 1810 fu nominato barone. Nel 1814, rimasto fedele a Napoleone, comandò una divisione contro i controrivoluzionari durante le guerre di Vandea. Dopo la sconfitta di Waterloo, nel 1828 Lamarque riuscì a ritagliarsi uno spazio nel parlamento francese. Morì di colera nel 1832.

Fonti e Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Alfred Cobban, A History of Modern France, 1992.
  • Jill Harsin, Barricades: The War of the Streets in Revolutionary Paris, 1830 – 1848, 2002.
  • Vincent J. Esposito and John Elting, A Military History and Atlas of the Napoleonic Wars, 1999.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di Gran Croce della Legion d'Onore - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce della Legion d'Onore
— 1830
Cavaliere di Gran Croce del Reale Ordine delle Due Sicilie - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce del Reale Ordine delle Due Sicilie

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 2478866 LCCN: nr2001017375