Jean Fernel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jean François Fernel

Jean François Fernel, in latino: Fernelius (Montdidier, 1497 [1]Fontainebleu, 1558), è stato un medico e astronomo francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque a Montdidier (Somme); dopo aver ricevuto la prima educazione nella città natale, entrò nel Collegio di Sainte-Barbe a Parigi. In un primo tempo si dedicò a studi di matematica e di astronomia. Il suo Cosmotheoria (1528) registra la determinazione di un grado del meridiano tra Parigi e Amiens da lui eseguita per mezzo di un contatore meccanico di giri di una ruota a circonferenza di sviluppo nota. Quest'opera è pertanto il resoconto della prima misura moderna del grado di longitudine terrestre.

Fernel ha dato contributi molto importanti anche alla medicina: ha introdotto nel lessico medico i termini "fisiologia" e "patologia"[2] per descrivere lo studio del funzionamento del corpo e delle sue malattie. Fu il primo a descrivere il canale vertebrale. La sua straordinaria erudizione generale, l'abilità e il successo con cui ha cercato di far rivivere lo studio dei medici dell'antica Grecia, gli procurarono una grande reputazione e infine l'ufficio di medico di corte di Enrico II di Francia. Svolse la professione medica con grande successo e alla sua morte lasciò una immensa fortuna.

Il cratere lunare Fernelius porta il suo nome.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Ritratto di Jean Fernel, da Universa Medicina del 1577
  • De proportionibus libri duo (1528)
  • Cosmotheoria libros duos complexa (1528)
  • De naturali parte medicinae libri septem (1542)
  • De vacuandi ratione (1545)
  • De abditis rerum causis libri duo (1548)
  • Universa Medicina (Physiologia, Pathologia, Therapeutice)
  • Medicina, ad Henricum II, Galliarum regem christianissimum (1554)
  • Thierapeutices universalis libri septem (1569)
    Therapeutice, seu medendi ratio
  • Febrium curandarum methodus generalis (1577)
  • De luis venereæ curatione perfectissima liber (1579)
  • Consiliorum medicinalium liber (1582)
  • Consilium pro epileptico scriptum (1581)
  • Pathologiæ, archiatri clarissimi, libri septem (1587)
  • Pharmacia Joannis Fernelii cum Guilel. Planti et Franc. Saguyeri scholiis, in usum pharmacopoearum (1605)
  • De arthritidis praeservatione et curatione clarorum doctissimorumque nostrae aetatis medicorum consilia (1602)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://thesaurus.cerl.org/cgi-bin/record.pl?rid=cnp01875467
  2. ^ John Desmond Bernal, Storia della fisica, 1972, Editori Riuniti, p. 159

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 91464 LCCN: n85810624