Jean Allarmet de Brogny

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jean Allarmet de Brogny
cardinale di Santa Romana Chiesa
Jean Allarmet de Brogny.jpg
Cardinalbishop.svg
Incarichi ricoperti Vescovo di Viviers dal 1382 al 1385
Nato 1342
Consacrato vescovo 1382
Creato pseudocardinale 12 luglio 1385 dall'antipapa Clemente VII
Confermato cardinale da papa Martino V
Deceduto 1426

Jean Allarmet de Brogny, noto anche come (in francese: cardinal de Viviers, cardinal d'Ostie, talvolta cardinal d'Arles e cardinal de Saluces (Brogny, 1342Roma, 16 febbraio 1426), è stato un vescovo, pseudocardinale, confermato poi cardinale, francese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Gioventù[modifica | modifica sorgente]

Nato nell'Alta Savoia, i suoi biografi esitano ancora sulla sua ascendenza e sul suo vero nome. Per alcuni egli apparteneva ad una famiglia de Brogny, chiamata Allarmet mentre altri sostengono che discendesse dalla nobile famiglia degli Alouzier, originaria del Contado Venassino.

Notato da alcuni frati per le attitudini precoci, fu inviato per la sua formazione a Ginevra e terminò gli studi all'Università di Avignone. Si ritirò nella Certosa di Digione finché Roberto di Ginevra non venne eletto papa (in realtà antipapa) nel 1378 con il nome di Clemente VII dal gruppo ostile a papa Urbano VI. Egli quindi raggiunse il vescovo di Ginevra ad Avignone su richiesta del medesimo (o forse del conte di Borgogna).

Prime cariche[modifica | modifica sorgente]

Ad Avignone egli ebbe presto numerose cariche prestigiose da parte dell'antipapa Clemente VII:

Sostegno iniziale degli anti-papi[modifica | modifica sorgente]

Nel 1394 il successore di Roberto, Pietro di Luna, l'antipapa Benedetto XIII confermò tutte le nomine che l'Allarmet aveva ricevuto e lo nominò cardinale vescovo di Ostia e Velletri. A quell'epoca egli era uno dei seguaci infatti dei papi avignonesi. Dal 1398 tuttavia egli lasciò la cosiddetta "osservanza avignonese" per protestare control o spirito della corte di Avignone che, secondo lui, non era apostolico.

Nel 1408 egli abbandonò l'antipapa Benedetto XIII, che il 20 ottobre del medesimo anno, gli tolse la dignità cardinalizia.

Dopo il concilio di Pisa del 1409 e l'elezione dell'antipapa Alessandro V, il nuovo pontefice confermò Jean Allarmet nella dignità cardinalizia e nel titolo di cardinale vescovo di Ostia e Velletri.

Un anno dopo egli presiedette ai funerali di Alessandro, deceduto il 3 maggio e il 17 dello stesso mese partecipò al conclave che elesse l'antipapa Giovanni XXIII.

Episcopato politico ad Arles[modifica | modifica sorgente]

Nel 1410 si rese vacante l'arcidiocesi di Arles a seguito del decesso del suo arcivescovo, Artaud de Mélan. L'antipapa Giovanni XXIII, che teneva in grande stima l'Allarmet, rifiutò il candidato eletto dal Capitolo della cattedrale di Arles, Paul de Sade, e nominò Jean Allarmet de Brogny Amministratore apostolico dell'arcidiocesi. Questa nomina, nel suo spirito, vide il recupero dei diritti della Chiesa usurpati dai conti di Provenza all'inizio del Grande Scisma.

Ruolo nella fase finale del Grande Scisma[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver rimesso ordine nella sua arcidiocesi, il cardinale de Brogny lasciò Arles per occuparsi di una missione più delicata che riguardava la situazione particolare della Chiesa cattolica, che dopo il concilio di Pisa si trovava con tre papi anziché uno. Tra il 1414 e il 1418 presiedette il concilio di Costanza in qualità di cardinale più anziano e che terminò con le dimissioni di Giovanni XXIII il quale, dopo un periodo di detenzione di circa quattro anni, tornò ad essere cardinale (e Decano del Sacro Collegio) sotto papa Martino V, la destituzione dei tre papi, e l'elezione del nuovo papa legittimo, il cardinale Oddone Colonna, che prese il nome di Martino V e che l'Allarmet aveva sostenuto. Fu egli infatti a consacrarlo il 21 novembre 1417 e lo accompagnò prima a Firenze e quindi a Tivoli.

Con la morte di Baldassarre Cossa riprese il titolo di Decano del Sacro collegio che mantenne sino alla morte.

Nel 1423 fu nominato Amministratore Apostolico della diocesi di Ginevra, carica che tenne sino alla morte.

Alla sua morte venne dapprima sepolto in una cappella della Basilica di San Pietro in Vaticano ma solo due anni dopo i suoi resti furono traslati nella cappella dei Maccabei, da lui stesso fatta erigere nell'antica Cattedrale di Notre Dame di Ginevra.

Realizzazioni[modifica | modifica sorgente]

Fra le numerose realizzazioni dell'Allarmet si ricordano la fondazione di tre conventi domenicani, rispettivamente a Puy-en-Velay, Annecy e Tivoli, un ospedale cistercense a Brogny e un collegio per venti studenti ad Avignone.

Conclavi[modifica | modifica sorgente]

Allarmet de Brogny partecipò ai seguenti conclavi :

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

in lingua francese :

  • Histoire de Jean d'Alouzier de Brogny, Soulavie, président du Collège St. Nicholas (Paris, 1774) - édition limitée de 50 exemplaires
  • La France pontificale, metropole d'Aix, Fisquet (Paris, 1867)
  • Dict. des cardinaux, Migne (Paris, 1857)

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Successioni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Vescovo di Viviers Successore BishopCoA PioM.svg
Bernard d'Aigrefeuille
1376 - 1382
1382 - 1385 Olivier de Poitiers
1385 - 1387
Predecessore Cardinale presbitero di Sant'Anastasia Successore CardinalPallium PioM.svg
Pietro Tomacelli
dal 1385 - 1389
1385 - 1405
Pseudocardinale
Enrico Minutolo
1389 - 1395
Predecessore Cardinale vescovo di Ostia Successore CardinalPallium PioM.svg
Angelo Acciaioli
1397-1408
1405 - 1415 Pseudocardinale (obbedienza pisana)
1415 - 1426
Julián Lobera y Valtierra
1409 -1429 Pseudocardinale (obbedienza avignonese)
Predecessore Sede suburbicaria di Velletri Successore CardinalPallium PioM.svg
Angelo Acciaioli
1397-1408
1405 - 1415 Pseudocardinale (obbedienza pisana)
1415 - 1426
Julián Lobera y Valtierra
1409 -1429 Pseudocardinale (obbedienza avignonese)
Predecessore Amministratore apostolico di Arles Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Artaud de Mélan
1404 - 1410
Vescovo effettivo
1410 - 1423 Beato Louis Aleman
1423 - 1426
Vescovo effettivo
Predecessore Decano del Sacro Collegio
Obbedienza pisana
Successore CardinalPallium PioM.svg
Guy de Malesec
1409 - 1411
(pseudocardinale)
1411 - 1415 Termine dello Scisma d'Occidente
Predecessore Decano del Sacro Collegio Successore CardinalPallium PioM.svg
Angelo Correr
1415 - 1417
1417 - 1426 Angelo d'Anna de Sommariva O.S.B.Cam.
1426 - 1428
Predecessore Amministratore apostolico di Ginevra Successore BishopCoA PioM.svg
Jean Courtecuisse
1422 - 1423
Vescovo effettivo
1423 - 1426 François di Metz, O.S.B.
1426 - 1444
Vescovo effettivo

Controllo di autorità VIAF: 127443394