Jean-Pierre Houël

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Jean-Pierre Louis Laurent Houël (Rouen, 28 giugno 1735Parigi, 14 novembre 1813) fu un incisore, pittore e architetto francese.

Presa della Bastiglia

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Apprese l'arte dell'incisione presso l'atelier Le Bas di Parigi, specializzandosi in paesaggi

Al seguito del cavaliere d'Havrincourt visitò Napoli nel 1769.

Nell'anno successivo visiterà la Sicilia e Malta.
Ritornato a Parigi nel 1772, verrà ammesso all'Accademia Reale di Pittura e Scultura nel 1774.

Nel marzo del 1776 ottenuti dei finanziamenti dal governo francese, tornerà in Sicilia. Stavolta prolungando la permanenza a tre anni, fino al giugno del 1779. Realizzerà oltre 200 tavole, che verranno raccolte nei quattro volumi del «Voyage pittoresque des isles de Sicile, de Malta et de Lipari» tra il 1782 e il 1787. La raccolta sarà una delle più importanti opere del XVIII secolo durante il Grand Tour.

Al fine di fare quadrare i bilanci familiari e far fronte alle spese Houel fu costretto a vendere parte della sua collezione a Caterina II di Russia ed oggi si possono osservare presso il Museo dell'Ermitage di San Pietroburgo. Una cinquantina di tavole invece andranno nella collezione del re di Francia ed oggi sono esposti ed il museo del Louvre di Parigi.

Vista dal Teatro Greco di Taormina (Prov. Museo dell'Ermitage, San Pietroburgo)

Visse quindi i fatti della Rivoluzione Francese.

Stabilitosi a Parigi continuò ad incidere e dipingere sino al 1813 quando spirò.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 9945691