Jean-Pierre-André Amar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jean-Pierre-André Amar

Jean-Pierre-André Amar (o Jean-Baptiste-André Amar) (Grenoble, 11 maggio 1755Parigi, 21 dicembre 1816) è stato un politico francese.

Eletto (1792) alla Convenzione nazionale, entrò a far parte dell'ala estremista dei montagnardi: fu membro del Comitato di sicurezza generale e perseguitò molti girondini ed oppositori in genere.

Nel 1794 fu tra i cospiratori che eliminarono Robespierre, ma nel 1795 fu arrestato. Visse altri anni come congiurato (congiura di Babeuf), ma trascorse la parte finale della sua vita in pace.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 2520261 LCCN: nb2011001586