Jean-Louis Jeanmaire

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jean-Louis Jeanmaire (1990)

Jean-Louis Jeanmaire (Bienne, 25 marzo 1910Berna, 29 gennaio 1992) è stato un militare e insegnante svizzero. Fu capo delle truppe della protezione aerea dell'esercito svizzero tra il 1969 e il 1975. Venne condannato nel 1977 a 18 anni di reclusione per spionaggio a favore dell'URSS, pena che scontò nelle patrie galere per dodici anni. Si è sempre battuto per affermare la sua innocenza e la revisione del processo. Unico caso di tradimento nella storia della confederazione, l'affare Jeanmaire costituì il tema di una pièce teatrale di Urs Widmer, Jeanmaire: ein Stück Schweiz del 1992 e di un romanzo di John Le Carré, La pace insopportabile del 1991.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Jürg Schoch, Fall Jeanmaire, Fall Schweiz. Wie Politik und Medien einen «Jahrhundertverräter» fabrizierten, 2006.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 59876050 LCCN: n83215298

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie