Jean-Claude Van Damme

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jean-Claude Van Damme
Jean-Claude Van Damme 2012.jpg
Jean-Claude Van Damme a Parigi per la prima di I mercenari 2 - The Expendables (2012)
Dati biografici
Nazionalità Belgio Belgio
Altezza 176 cm
Peso tra 75 e 78 kg
Arti marziali Icon black belt.png
Dati agonistici
Specialità Karate Shotokan, Kickboxing, Taekwondo WTF, Full Contact Karate
Categoria Cintura nera di Karate Shotokan, cintura rossa di Taekwondo stile WTF
 

Jean-Claude Van Damme, pseudonimo di Jean-Claude Camille François Van Varenberg (Berchem-Sainte-Agathe, 18 ottobre 1960), è un attore, regista, sceneggiatore, produttore cinematografico, culturista e artista marziale belga.

Dopo aver studiato intensamente le arti marziali sin dall'età di dieci anni, Van Damme realizzò un successo nazionale in Belgio come artista marziale e culturista, guadagnandosi il titolo di culturismo di "Mr. Belgium Junior-Overall Winner 1978-1979".[1] Emigrò negli Stati Uniti nel 1982 per intraprendere la carriera di attore, realizzando un successo con Senza esclusione di colpi (1988), basato sulla vera storia di Frank Dux. Raggiunse diversi successi in termini di incasso, in particolare con Timecop (1994), che ebbe un incasso internazionale di oltre 100 milioni di dollari statunitensi[2], divenendo il suo film più riuscito dal punto di vista finanziario.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Sint-Agatha-Berchem, comune bilingue della Regione di Bruxelles-Capitale. Da bambino era di costituzione gracile e all'età di 10 anni il padre lo iscrive ad un corso di Karate Shotokan tenuto dal maestro Claude Goetz mentre a 12 anni inizia a praticare sollevamento pesi. Il giovane Van Damme si appassiona così alle arti marziali, guadagnando la cintura nera di Karate. Su consiglio del maestro, a 16 anni inizia a studiare per 5 anni anche danza classica per perfezionare l'elasticità fisica e a 18 anni apre la sua prima palestra, la "California Fitness Center". Oltre al Karate, Van Damme passa successivamente allo studio del Taekwondo, del Full Contact e della Kick Boxing.

Nel 1981 ha una piccola parte nel film francese Rue Barbare, di Gilles Béhat: anche se il film non passa alla storia, l'esperienza lo entusiasma a tal punto che vende la sua palestra e con l'amico Michel Qissi si trasferisce a Los Angeles, in cerca di fortuna nel mondo del cinema. Ma come molti altri prima di loro, in attesa del successo i due amici sono costretti ad intraprendere i lavori più disparati: autisti, fattorini ed altro. Nel 1984 Van Damme ha una piccola parte nel film Monaco Forever di William A. Levey, e ha l'unico suo ingaggio conosciuto da stuntman: per Rombo di tuono (Missing in Action) di Joseph Zito. Insieme a Qissi ottiene un ruolo da comparsa nel film Breakdance (Breakin'), dove interpretano due bagnanti sulla spiaggia.

Nel 1985 riesce ad ottenere un piccolo ruolo nel film Kickboxers - Vendetta personale (No Retreat, No Surrender), di Corey Yuen, in cui interpreta Ivan Tresinsky, uno spietato lottatore russo. Malgrado interpreti un ruolo marginale, il film gli consente di mettersi in mostra, tanto che Arnold Schwarzenegger lo chiama per partecipare al film che sta girando: Predator.

Le notizie su questa partecipazione di Van Damme a Predator sono piuttosto vaghe e contrastanti. Alcune fonti, come la biografia di Jesse Ventura, attestano che l'attore belga fosse stato ingaggiato per vestire i panni della creatura aliena, ma essendosi presentato in ritardo sul set la sua parte viene data a Kevin Peter Hall; altre fonti invece danno per avvenuta questa collaborazione, e che Van Damme abbia vestito i panni dell'alieno nel combattimento finale con Schwarzenegger. Altre ancora che per l'atleta belga si sarebbe trattato solo di un ruolo di stuntman.

I film di arti marziali[modifica | modifica wikitesto]

Van Damme decide di fare il salto di qualità, così a fine agosto 1986 si presenta agli uffici della "Cannon Films", la casa produttrice di Menahem Golan, entra nell'ufficio di Golan e mette in mostra la propria bravura esibendosi nelle sue tecniche migliori. Alcune fonti attestano invece che quest'episodio si sia svolto in un ristorante dove Golan stava mangiando, mentre Michel Qissi, con cui Van Damme è sbarcato in America, racconta che era presente anche lui. In ogni caso Golan rimane colpito dalla bravura dell'atleta belga, e sembra gli abbia proposto subito il ruolo da protagonista in un film che aveva sotto mano: Senza esclusione di colpi (Bloodsport).

Il film, girato da Newt Arnold, vede la presenza di famosi artisti marziali come Bolo Yeung, di Qissi stesso in un piccolo ruolo. Una volta girato, però, Van Damme scopre che Golan aveva programmato solamente l'uscita in home video per il film, e non quella nelle sale perché non credeva avrebbe riscosso grande successo. Sotto la pressione di Van Damme stesso il film esce prima a Parigi poi in Malesia, dove ottiene un ottimo risultato: così Golan si decide a distribuire il film, ma solo in alcune sale americane.

Van Damme, deluso dall'esperienza, lascia la Cannon e firma contratti con altre case, sperando così di poter ottenere un po' di fama. Ma poco tempo dopo Senza esclusione di colpi risulta essere un campione d'incassi, riscuotendo successo in tutta America, tanto che Golan richiama a sé l'attore belga. Ma ormai Van Damme ha firmato dei contratti con altre case che non può disdire.

Esce così Aquila nera (Black Eagle, 1988), voluto da Marshall R. Teague, dove recita al fianco di un altro famoso artista marziale, Sho Kosugi, e dove ha la possibilità di coreografare i combattimenti. Questo è uno dei film che gli da la prima notorietà.

Nel 1989 esce Cyborg, di Albert Pyun, film girato usando i set preparati per il sequel di Masters of the Universe, mai girato a causa dell'insuccesso del film di Gary Goddard. Ma il grande successo arriva solo con Kickboxer - Il nuovo guerriero, di Mark DiSalle e David Worth, che lancia la moda della Kickboxing nei film di arti marziali. Il film Renderà Van Damme la nuova icona del genere d'arti marziali divenendo una vera e propria leggenda.

Nel 1990 sperimenta anche il genere "carcerario", senza però ottenere molto successo, con Colpi proibiti (Death Warrant, di Deran Sarafian). Sempre nel 1990 Van Damme gira uno spot pubblicitario di 14 minuti per Gianni Versace Jeans, apparso in "tagli" di diversa durata. Lo stesso anno esce Lionheart - Scommessa vincente, uno dei suoi film più famosi, dove riprende la storia di L'eroe della strada di Walter Hill con Charles Bronson. Il film vede il ritorno dell'amico Michel Qissi nel piccolo ruolo di Moustafà, mentre il cattivo Atilla è interpretato da Abdel Quissi

Nel 1991 esce l'ultimo film di arti marziali allo stato puro di Van Damme: Double Impact - Vendetta finale. Girato ad Hong Kong, il film vede Van Damme nel doppio ruolo di due fratelli gemelli, contro un nemico illustre: il famoso artista marziale cinese Bolo Yeung.

I film d'azione/arti marziali[modifica | modifica wikitesto]

Jean-Claude Van Damme al Festival di Cannes

Durante la lavorazione di Double Impact, ad Hong Kong Van Damme incontra il famoso regista asiatico John Woo, e gli esprime il desiderio di poter interpretare un suo film. Sulle prime il regista è dubbioso, visto che è abituato ai ritmi asiatici di lavorazione ed il fatto che non parla inglese, ma alla fine si convince e scrittura Van Damme per il proprio debutto statunitense: Senza tregua.

Negli anni successivi altri famosi registi asiatici hanno debuttato negli USA con film interpretati da Van Damme, anche se con scarso esito: Tsui Hark con Double Team - Gioco di squadra (1997) e Hong Kong colpo su colpo (1998); e Ringo Lam con Maximum Risk (1996), The Replicant (2001) e In Hell (2003).

Nel 1993 è protagonista del film Accerchiato del regista Harmon, che vede presente anche l'attrice Rosanna Arquette e che ha la particolarità, rispetto alle precedenti interpretazioni dell'attore belga, di non fare ricorso alle arti marziali nelle scene d'azione. Nel 1996 Van Damme cerca di tornare al genere di arti marziali esaudendo un suo vecchio desiderio: dirigere ed interpretare un film. Il titolo in questione è il poco fortunato La prova, che ripropone temi e personaggi dei suoi precedenti film.

Nel 1999 uscì il suo ultimo film nelle sale degli anni novanta Universal Soldier - The Return. Infatti i film seguenti sono stati distribuiti direttamente nel circuito home video. Nel 2008 esce il film JCVD - Nessuna giustizia, che viene apprezzato dalla critica; presentato al Festival del Cinema di Roma il film è stato, però, pubblicato anch'esso solo per l'home video. In Italia è uscito più tardi, il 23 settembre 2009, sempre direttamente in DVD.

Nel 2009, dopo aver rifiutato una parte nel film di Sylvester Stallone I mercenari - The Expendables, è stato presentato il trailer di The Eagle Path, inizialmente intitolato Full Love, interamente scritto, girato, prodotto e interpretato dallo stesso Van Damme.

Nel maggio 2010 viene annunciata l'uscita nelle sale italiane di Universal Soldier: Regeneration prevista per il 4 giugno e, inoltre, il progetto in cantiere di un quarto episodio della saga girato con moderne tecniche 3D diretto ancora da John Hyams, già regista del precedente episodio.

Il 17 agosto 2012 è uscito il film I mercenari 2 - The Expendables (The Expendables 2), dove interpreta il ruolo del cattivo di turno. Nel cast oltre a Van Damme ci sono Sylvester Stallone, Arnold Schwarzenegger, Bruce Willis, Jason Statham, Chuck Norris, Dolph Lundgren e Jet Li.

A seguito di questo progetto, Van Damme ritorna a recitare come principale interprete nelle seguenti pellicole d'azione destinate al mercato home video: Six bullets, Enemies Closer, Swelter, nella commedia Welcome to the Jungle ed in un ruolo secondario rispettivamente nel film di fantascienza U.F.O. e in Dragon Eyes.

Icona culturale[modifica | modifica wikitesto]

Jean-Claude Van Damme è considerato un'icona culturale in Belgio.[3] Insieme a Audrey Hepburn, Van Damme è uno dei più famosi belgi ad essere entrato nell'industria Hollywoodiana. Nel film JCVD - Nessuna giustizia (2008), Van Damme è ritratto come l'eroe nazionale del Belgio. Nel 2012 in Belgio è stata realizzata una statua di bronzo, dedicata a Van Damme, perché ritenuta una figura importante per la Nazione. Il personaggio di Mortal Kombat Johnny Cage fu modellato su Van Damme.[4]

Carriera sportiva[modifica | modifica wikitesto]

All'età di 12 anni Van Damme iniziò ad allenarsi al Centre National De Karate (Centro Nazionale di Karate), sotto la guida del maestro Claude Goetz a Ixelles, (Belgio). Si allenò per quattro anni e si guadagnò uno spot nella Squadra Belga di Karate.[2]

Fece il suo debutto nel 1976, all'età di 16 anni.[5] Gareggiò usando il suo nome: Jean Claude Van Varenberg e barcollò per un calcio circolare scagliato da Toon Van Oostrum a Brussels, Belgio.[6]

Nel 1977, al WAKO Open International in Belgio, Jean-Claude perse per una decisione a favore del team mate Patrick Teugels.[7] L'esperienza ebbe un duro impatto su Claude e Goetz sentì che Jean-Claude avrebbe avuto bisogno di maggiore allenamento prima di competere ancora.

Dopo sei mesi di intensi allenamenti e combattimenti, il maestro Goetz decise di far debuttare il suo allievo sulla scena dell'European Full-Contact. Vinse il suo primo torneo con un risultato di tre vittorie per knockout in un solo evento. Comunque, in un incontro del 1978 per il titolo Belga dei pesi leggeri, perse ancora per decisione arbitrale su Patrick Teugels.[7] Ancora una volta la sconfitta ebbe impatto su Claude Goetz ed alcuni mesi più tardi, ad Iseghem, in Belgio, ritornò segnando un knocked out, al primo round, su Emile Leibman. Nel 1979, Jean-Claude e il Belgium Team divennero Campioni Europei.[8]

Sarebbe dovuto tornare a combattere nel mese di novembre 2011, in un incontro di muay thai con il pugile Somluck Kamsing, già medaglia d'oro olimpica, presso il Rajamangala National Stadium di Bangkok.[9]. Il vincitore di questo match avrebbe dovuto incontrare l'attuale campione mondiale Jeffrey Sun.[10] Di fronte alla prospettiva di essere il primo uomo di età superiore ai 50 anni a combattere professionalmente, ha dichiarato che "potrebbe essere pericoloso, ma la vita è breve."[11]

Record di Combattimento
Data Evento Avversario Risultato
1976 European Karate Union Van Oostrum, ToonToon Van Oostrum Vittoria, 1º round KO
1977 Netherlands Kick Boxing Devos, MauriceMaurice Devos Vittoria, 1º round TKO
1978 European Karate Union Strauss, Eric BrunoEric Bruno Strauss Vittoria, 1º round KO[12]
European Karate Union Juvillier, MichelMichel Juvillier Vittoria, 1º round KO
European Karate Union Lang, OrlandoOrlando Lang Vittoria, 1º round TKO
World All Style Leibman, EmileEmile Leibman Vittoria, 1º round KO
World All Style Nollet, CyrilleCyrille Nollet Vittoria, 1º round TKO
1979 World All Style Robaeys, AndreAndre Robaeys Vittoria, 1º round KO
World All Style Piniarski, JacquesJacques Piniarski Vittoria, 1º round KO
World All Style Risberg, RolfRolf Risberg Vittoria, 1º round KO
novembre 1979 World Full Contact Bergman, ShermanSherman Bergman Vittoria, 1º round KO
World Full Contact Diaz, Gilberto (Gil)Gilberto (Gil) Diaz Vittoria, 1º round TKO
World Full Contact Teugels, PatrickPatrick Teugels Sconfitta, 2º round decision
marzo 1980 European Professional Benamou, Mustapha-AhmadMustapha-Ahmad Benamou Vittoria, 1º round KO
European Professional Muhammad, Bekim-MoussaBekim-Moussa Muhammad Vittoria, 1º round TKO
European Professional Heming, Micheal J.Micheal J. Heming Vittoria, 2º round TKO
Professional Karate Assoc. Verlugels, GeorgesGeorges Verlugels Vittoria, 2º round KO[13]
1980 European Professional Kovac, AndresAndres Kovac Vittoria, 2º round KO
Forest Nationals (Brussels) Teugels, PatrickPatrick Teugels Vittoria, 1º round TKO
2011 Rajamangala National Stadium Kamsing, SomluckSomluck Kamsing

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1978 al 1984 Van Damme è sposato con Maria Rodriguez, dalla quale divorzia per sposare Cynthia Derderian l'anno successivo. Divorzierà lo stesso anno per sposare la culturista Gladys Portugues. Da lei ha due figli, Kristopher Van Varenberg (20 Maggio 1987) e Bianca Van Varenberg (17 Ottobre 1990). Quest'ultimo è anche apparso nei film Universal Soldier - I nuovi eroi, The Quest - La prova, Derailed, Universal Soldier - Regeneration. Nel settembre 1992 divorzia da Gladys per sposare, l'anno dopo, la fotomodella Darcy LaPier, amica di Gladys, dalla quale ha un altro figlio, Nicholas Van Varenberg (10 Ottobre 1995), anche quest'ultimo è apparso in un suo film Wake of Death. Ma nel 1997 divorzia anche da lei, per sposare di nuovo, il 25 giugno 1999, Gladys Portugues.

Problemi legali e di salute[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1992, al termine delle riprese di Senza tregua, Van Damme viene citato dal tribunale di New Orleans, dove si erano svolte le riprese del film, per violenza carnale nei confronti di una ragazza di nome Tara Le Blanc, la quale chiede un risarcimento di alcuni milioni di dollari. L'episodio sarebbe avvenuto all'Hotel Windsor Court di New Orleans. I giornali statunitensi riportano che l'attore, in compagnia di una ballerina il cui nome è rimasto segreto, avrebbe fatto irruzione nella stanza dove la Le Blanc si trovava insieme con il suo fidanzato, aggredendola sessualmente.

Nel 1993 ha subìto un processo a Fayetteville, nella Carolina del Nord, per risarcimento danni da parte di Jackson Pinckney, uno stuntman del film Cyborg. Pinckney ha chiesto 800.000 dollari per danni fisici, in quanto ha perso un occhio per colpa di una scena d'azione degenerata in un incidente. Secondo lo stuntman l'attore belga avrebbe esagerato in una tecnica con un coltello, al fine di rendere più plausibile il combattimento: così facendo avrebbe ferito seriamente lo stuntman. Gli avvocati di Van Damme hanno sostenuto invece che l'incidente sarebbe stato principalmente fortuito, e che sarebbe accaduto anche perché Pinckney si trovava nel posto sbagliato al momento dello scontro.

Van Damme, inoltre, testimonia di essersi accorto subito dell'incidente, una volta capito che lo stuntman si era ferito, e di aver fermato le riprese per soccorrerlo. Ma la controparte chiama a testimoniare Chuck Allen, esperto di arti marziali presente durante l'accaduto, il quale dà una versione completamente diversa: Allen infatti non solo racconta che l'attore belga si è allontanato subito dalla scena dell'incidente, senza dire una parola, ma che in altre occasioni aveva usato eccessiva violenza nei colpi inferti agli avversari sul set, sempre per dare più realismo alle scene. Lo stesso Pinckney testimonia come Van Damme brandisse in modo pericoloso il coltello durante la ripresa, infrangendo le norme di sicurezza. Per confermare la tesi, l'accusa mostra alcuni articoli in cui Van Damme stesso si vanta con gli intervistatori di usare tecniche vere sul set, e di portarle fino in fondo.

Malgrado la difesa faccia testimoniare Dale Frye, uno stuntman dello stesso film che dichiara di non aver avuto problemi con l'attore belga, la giuria condanna Van Damme ad un risarcimento di 487.500 dollari per aver intenzionalmente ferito Jackson Pinckney. Il 10 luglio 2000 Van Damme viene condannato per guida in stato di ebbrezza, episodio avvenuto a Beverly Hills il 23 settembre 1999. Van Damme ha avuto problemi con la cocaina[14] durante il 1995, e seguì un programma di riabilitazione della durata di un mese nel 1996, ma lo abbandonò dopo solo una settimana. Ha inoltre dichiarato di soffrire di disturbo bipolare.[15]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Produttore[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatore[modifica | modifica wikitesto]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel 1997 conquista un Razzie Awards quale membro della peggior coppia cinematografica in compagnia di Dennis Rodman per Double Team - Gioco di squadra.
  • Nel 2003 partecipa al video musicale di Bob Sinclar "Kiss my eyes".
  • Ha avuto una breve relazione con la modella e attrice Nikki Bokal, conosciuta sul set del film Fino all'inferno, dove i due girano una rapida scena di nudo insieme.
  • Molti film da lui interpretati sono stati seguiti da vari sequel ai quali però l'attore non ha preso parte ad eccezione della saga "Universal Soldier".
  • È grande amico di attori come Sylvester Stallone, ma è molto amico anche di artisti marziali simili a lui, come Chuck Norris. Non ha invece buoni rapporti con Steven Seagal e infatti, per partecipare al film The Expendables 2, ha posto la condizione che non fosse presente Steven Seagal.
  • Nel 2010 il gruppo rap italiano Club Dogo ha dedicato a Jean-Claude Van Damme una canzone dal titolo JCVD, inclusa nell'album Che bello essere noi.
  • Nel 2010 anche il rapper Dargen D'Amico ha dedicato a Jean-Claude Van Damme una canzone dal titolo Van Damme (Saddaman), inclusa nell'ep D' parte prima e successivamente in CD' la raccolta dei due ep D' parte prima e D' parte seconda.
  • Nel 2010 Luca Orlando (un suo grande fan) decide di realizzare una Action figure statica di 30 cm dedicata all'attore dal film Kickboxer - Il nuovo guerriero, firmandola EPICBRAND. Dato il successo che ha riscontrato, per via dell'enorme somiglianza, ne sono state riprodotte alcune copie in resina, copie che l'attore stesso ha richiesto direttamente a Orlando complimentandosi per il lavoro.
  • Il wrestler Robert Szatkowski ha usato e usa attualmente il nome di Rob Van Dam proprio per la sua somiglianza fisica con Van Damme.
  • Van Damme è dichiaratamente Vegetariano.
  • Nel 2013 ha realizzato uno spot pubblicitario per la Volvo Trucks dove si cimenta nella sua famosa spaccata tenendosi in equilibrio tra due specchietti retrovisori di due autocarri Volvo che vanno in retromarcia [16].

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Van Damme è stato doppiato da:

  • Francesco Pannofino ne I nuovi eroi, Street Fighter - Sfida finale, Accerchiato, Timecop - Indagine dal futuro, Double Team - Gioco Di Squadra, Universal Soldier - The Return, Maximum Risk, La prova, The Commander, Enemies Closer
  • Massimo Rossi in Kickboxer - Il nuovo guerriero, Senza tregua, The Legionary - Fuga all'inferno, The Replicant, The Order, Derailed - Punto d'impatto, I nuovi eroi (ridoppiaggio)
  • Luca Ward in Lionheart - Scommessa vincente, Double Impact - Vendetta finale, Hong Kong colpo su colpo, Fino all'inferno, Las Vegas, The Hard Corps
  • Roberto Draghetti in The Shepherd - Pattuglia di confine, Universal Soldier: Regeneration, Welcome to the Jungle
  • Vittorio Guerrieri in Kickboxers - Vendetta personale, Senza esclusione di colpi
  • Claudio Capone in Colpi proibiti
  • Antonio Sanna in Friends
  • Christian Iansante in Last Action Hero - L'ultimo grande eroe
  • Roberto Pedicini in A rischio della vita
  • Andrea Ward in In Hell, Wake of Death, JCVD - Nessuna giustizia
  • Fabrizio Pucci in Until Death, Assassination Games
  • Fabio Mazzari in Cyborg
  • Vittorio De Angelis in Dragon Eyes
  • Franco Mannella ne I mercenari 2 - The Expendables
  • Alessandro D'Errico Universal Soldier - Il giorno del giudizio

Da doppiatore è sostituito da

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 'Playboy interview', Lawrence Grobel, Playboy, January 1, 1995
  2. ^ a b Jean-Claude Van Damme - Biography
  3. ^ Famous Belgians - Film, Radio & TV
  4. ^ (EN) A New Battle For Mankind Begins in 'Mortal Kombat' Tourney, Redo in the Works, Bloody-disgusting.com. URL consultato il 20 febbraio 2010.
  5. ^ PhimAnh - Jean-Claude Van Damme
  6. ^ Jean-Claude Van Damme fan site Jean-Claude Van Damme naked Jean-Claude Van Damme pictures Jean-Claude Van Damme fan sites Jean-Claude Van Damme photos Jean-Claude Van Damme pi...
  7. ^ a b YouTube - JC Van Damme VS Patrick Teugels (1980) - THE TRUE STORY
  8. ^ CNK - Centre National de Karaté
  9. ^ Jean-Claude Van Damme vs Somluck Kamsing Fight Poster.
  10. ^ http://www.fiveknuckles.com/mma-news/Jean-Claude-Van-Damme-to-fight-Somluck-Kamsing-in-K-1.html, FiveKnuckles.com. URL consultato il 14 dicembre 2009.
  11. ^ Van Damme To fight again.
  12. ^ Celebrities: Jean-Claude Van Damme
  13. ^ FightingArts.com - Jean Claude van Damme: Behind The Public Image
  14. ^ (EN) Biography Jean Claude Van Damme, Vandamme.ru. URL consultato il 19 maggio 2008.
  15. ^ (EN) Bipolar disorder, Cocaine and Abuse Charges, About.com: Bipolar Disorder, 8 luglio 2006. URL consultato il 19 maggio 2008.
  16. ^ Lo spot Volvo di Van Damme

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 84033028 LCCN: n92105375