Jean-Baptiste Joseph Languet de Gergy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ritratto di Jean-Baptiste Joseph Languet de Gergy nel suo monumento funebre presso la Chiesa di Saint-Sulpice.

Jean-Baptiste Joseph Languet de Gergy (Digione, 1674Parigi, 11 ottobre 1750) è stato un presbitero francese, parroco della Chiesa di Saint-Sulpice dal 1714 al 1748.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Jean-Baptiste Languet de Gergy era membro di una nobile famiglia della Borgogna nonché cugino di Jean-Joseph Languet de Gergy, primo vescovo di Soissons e poi arcivescovo di Sens. Laureatosi in teologia alla Sorbona, divenne dal 1714, parroco nella chiesa di Saint-Sulpice.

Egli è noto in particolare per essere stato l'iniziatore della costrauzione dello Gnomone di Saint-Sulpice.[1][2] Languet de Gergy era inizialmente intenzionato a stabilire attraverso il monumento l'ora esatta con cui far suonare le campane e pertanto commissionò il progetto all'orologiaio inglese Henry Sully.[1]

Ritiratosi dal proprio incarico di parroco nel 1748 fu abate commendatario dell'abbazia di Sainte Marie de Bernay sino alla propria morte nel 1750.

La tomba di Jean-Baptiste Joseph Languet de Gergy nella chiesa di Saint-Sulpice

Relativamente alla sua persona è rilevante anche la tomba ove il suo corpo venne deposto alla sua morte, realizzata dallo scultore René-Michel Slodtz e completata nel 1753. La composizione, in marmo, pietra e bronzo, rappresenta simbolicamente la morte sconfitta dalla salvezza divina, con al centro la figura di Jean-Baptiste Joseph Languet de Gergy in posizione orante. La tomba è ancora oggi uno dei più splendidi monumenti funebri di stile barocchetto di Francia.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Rougé, p.7-12
  2. ^ The real history behind the Da Vinci code Sharan Newman p.267

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Rougé, Michel The Gnomon of the Church of Saint-Sulpice, Church of Saint-Sulpice, Paris, 2009.