Jawi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
L'alfabeto Jawi. La tabella va letta da destra a sinistra e dall'alto in basso.

Il jawi è un alfabeto derivato da quello arabo usato per scrivere la lingua malese (Bahasa Melayu) tradizionale. Attualmente è usato come secondo alfabeto ufficiale in Brunei e in contesti limitati in Malesia, Filippine, Singapore e Indonesia in particolare in ambienti religiosi islamici.

Introduzione[modifica | modifica wikitesto]

L'alfabeto Jawi esiste da diversi secoli nel Nusantara (il mondo malese). Il suo sviluppo è connesso all'arrivo dell'Islam. Consiste principalmente di caratteri arabi, uniti ad alcuni caratteri unici allo Jawi. L'alfabeto Jawi è una delle prime forme di scrittura della Malesia. Il Jawi è stato in uso dall'epoca di Pasai Islam, a quella del Sultanato di Malacca, del Sultanato di Johor e di Aceh nel XVII secolo. Prove di ciò si trovano nella Tavoletta di Terengganu (Batu Bersurat Terengganu), datata al 1303 d.C. (702 del calendario islamico), mentre il primo impiego dell'alfabeto latino nella regione risale alla fine del XIX secolo.

Lettere[modifica | modifica wikitesto]

Carattere Isolato Iniziale Mediano Finale Nome
ا alif
ب ba
ت ta
ث tha
ج jim
ح ha
چ cha
خ kha
د dal
ذ dzal
ر ra
ز zai
س sin
ش shin
ص sad
ض ﺿ dhad
ط tho
ظ dzo
ع ain
غ ghain
ڠ nga
ف fa
ڤ pa
ق qaf
ك kaf
ڬ gaf
ل lam
م mim
ن nun
و wau
ۏ va
ه ha
ي ya
ڽ nya

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • H.S. Paterson (& C.O. Blagden), 'An early Malay Inscription from 14th-century Trengganu', Journ. Mal. Br.R.A.S., II, 1924, pp. 258-263.
  • R.O. Winstedt, A History of Malaya, ed. rivista 1962, p. 40.
  • J.G. de Casparis, Indonesian Paleography, 1975, p. 70-71.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]