Jaufre de Pons

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Jaufre de Pons, o Pon[1] (... – ...), è stato un cavaliere e trovatore del XIII secolo originario del castello di Pons nella March di Poitou, nel Saintonge[2]. Ha composto tensos con il suo castellano, Rainaut de Pons.[2] Ci sono pervenute soltanto due delle sue tensos e solo una composta insieme a Rainaut ("Seign'en Jaufre, respondetz mi, si·us platz"). L'altro componimento è un partimen con Guiraut Riquier ("Guiraut Riquier, diatz me," scritta probabilmente nel 1270 o 1280–1281).[3] La parte di Jaufre nella discussione consiste nel porre semplicemente domande giovanili riguardo all'amore al solo scopo di ricevere l'abile e pungente risposta di Guiraut in forma proverbiale.[4]

Jaufre era probabilmente il marito di Isabeau, figlia di Enrico II di Rodez, mecenate dei trovatori.[3] Nel 1292 egli rendeva omaggio al signore di Châteauroux. Alcuni studiosi hanno sospettato che ci fossero stati più di un Jaufre de Pons (uno del Saintonge e un altro del Tolosano). Un Jaufre è stato collocato tra il 1200 e il 1220. Considerato il grande numero di Jaufres signori di Pons, identificare il trovatore tra di loro o i loro parenti risulta difficile, data la scarsa documentazione.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ in francese Geoffroy o Geoffroi, in occitano moderno: Jaufré, in inglese moderno: Geoffrey
  2. ^ a b Egan, 98.
  3. ^ a b Pfeffer, 107.
  4. ^ Pfeffer, 108.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]