Jasper Sitwell

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jasper Sitwell
Jasper Sitwell (Maximiliano Hernández) in Item 47.
Jasper Sitwell (Maximiliano Hernández) in Item 47.
Universo Universo Marvel
Lingua orig. Inglese
Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. maggio 1966
1ª app. in Strange Tales n. 144
Sesso Maschio
Luogo di nascita New York
Abilità
Affiliazione S.H.I.E.L.D.
Parenti
  • Jason Sitwell (padre)

Jasper Sitwell è un personaggio dei fumetti Marvel Comics creato da Stan Lee e Jack Kirby apparso per la prima volta in Strange Tales #144 (maggio 1966).

Storia editoriale[modifica | modifica wikitesto]

Sitwell esordisce durante la collana Nick Fury, Agent of S.H.I.E.L.D. in Strange Tales #144, e rimane una presenza fissa nelle storie narratevi dal 1966 al 1968, divenendo il collegamento principale tra l'agenzia e le Stark Industries in Tales of Suspense #93 (settembre 1967). A cavallo tra il 1970 e il 1988, oltre che su Iron Man è apparso in svariate occasioni anche nella miniserie Nick Fury vs. S.H.I.E.L.D. e successivamente di nuovo sul secondo volume[1] di Iron Man tra 1996 e 1997. È comparso poi in tre numeri de The Avengers nel 2000 e in The Punisher War Journal nel gennaio 2007.

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Il giovane ed entusiasta agente Jasper Sitwell, laureatosi come migliore della sua classe all'accademia dello S.H.I.E.L.D. con voti particolarmente alti in paracadutismo e manovre sottomarine, inizia a lavorare per Nick Fury ed il suo secondo in comando, Dum Dum Dugan, provocando loro non pochi fastidi a causa dei suoi modi di fare ingenui ed idealisti. Tuttavia, nel giro di poco tempo il ragazzo ha modo di dar prova del suo valore e guadagnarsi il rispetto di superiori e colleghi, tanto che lo stesso Fury decide di fargli da mentore e lo nomina capo ad interim nelle occasioni in cui decide di svolgere in prima persona delle missioni sul campo. Viene in seguito nominato agente di collegamento tra lo S.H.I.E.L.D. e le Stark Industries[2] principale fornitore dell'attrezzatura dell'organizzazione. Qui ha modo di guadagnarsi il rispetto di Iron Man collaborando con lui nell'affrontare supercriminali e terroristi quali Gargoyle, Spymaster (che gli spara mandandolo in un breve coma[3]) e A.I.M. ed ha una breve relazione con Madame Masque[4].

Successivamente riassegnato al quartier generale dello S.H.I.E.L.D., Sitwell continua comunque ad assistere Stark in alcune sue missioni e, quando Obadiah Stane rileva la società dell'uomo, Fury manda Sitwell in missione sul campo al fine di recuperare l'armatura di Iron Man[5].

Come molti membri di spicco dello S.H.I.E.L.D., Sitwell sembra essere ucciso da un Life Model Decoy Modello Deltan impazzito dopo aver sviluppato una sorta di coscienza; motivo per il quale è rimpiazzato da un LMD promosso direttore esecutivo[6]. Si scopre successivamente che il vero Jasper Sitwell è stato catturato dall'HYDRA e messo in animazione sospesa, dopo aver subito un lavaggio del cervello, viene mandato contro Fury ma, fortunatamente, lo S.H.I.E.L.D. riesce a decondizionarlo[7].

Divenuto nel corso degli anni uno dei maggiori esperti di interrogatorio dello S.H.I.E.L.D., Sitwell ha spesso collaborato in coppia con l'agente Jimmy Woo[8] e con l'agente G. W. Bridge nel tentativo di neutralizzare il Punitore[9].

Durante Dark Reign, Sitwell è uno dei tanti agenti dello S.H.I.E.L.D. che, rifiutandosi di aderire all'H.A.M.M.E.R. di Norman Osborn, si unisce al gruppo clandestino degli Howling Commandos, assieme all'ex-superiore Dum Dum Dugan. Con il nuovo gruppo, Sitwell collabora di frequente coi Secret Warriors di Nick Fury ma, proprio durante una di queste battaglia, perde i suoi amici e colleghi Gabe Jones e Eric Koenig[10].

Fury inoltre, gli propone di assisterlo nella supervisione delle missioni sotto copertura di Bucky Barnes, il Soldato d'Inverno[11], tuttavia, nel corso di una di queste la Vedova Nera, mentalmente condizionata, ferisce Fury ed uccide Sitwell[12].

Altre versioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Nell'universo Ultimate, Jasper Sitwell appare in Ultimate Fallout. Qui, l'uomo è un'agente di collegamento tra il governo e lo S.H.I.E.L.D. ed appare solo in un breve cameo per comunicare a Fury che il budget dell'organizzazione verrà ristretto del 30%[13].

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Thor (film), The Avengers (film 2012) e Captain America: The Winter Soldier.

Jasper Sitwell compare per la prima volta nel Marvel Cinematic Universe, interpretato da Maximiliano Hernández, nel film del 2011 Thor e nel Marvel One-Shot Il consulente; successivamente riprende il suo ruolo nel film del 2012 The Avengers e nel relativo Marvel One-Shot Item 47. L'attore interpreta nuovamente il personaggio nel 2014 in Captain America: The Winter Soldier[14].

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il termine volume è usato in lingua inglese, in questo contesto, per indicare le serie, pertanto Vol. 1 sta per prima serie, Vol. 2 per seconda serie e così via.
  2. ^ Tales of Suspense #95
  3. ^ Iron Man Vol.1 #33
  4. ^ Iron Man Vol.1 #104
  5. ^ Iron Man Vol.1 #174
  6. ^ Nick Fury vs. S.H.I.E.L.D. (1988)
  7. ^ Nick Fury: Agent of S.H.I.E.L.D. Vol.2 #45
  8. ^ Secret War: From the Files of Nick Fury
  9. ^ Punisher War Journal #1 (gennaio 2007)
  10. ^ Secret Warriors #19 (agosto 2010)
  11. ^ Winter Soldier #1
  12. ^ Winter Soldier #9-10
  13. ^ Ultimate Comics: Fallout #5
  14. ^ Dominic Patten, Movie Castings: Seth Rogen Scores ‘The Interview’, ‘Endless Love’ Remake Gets Leads & ‘Winter Soldier’ Sees An Agent Return, Deadline.com, 21 marzo 2013. URL consultato il 21 marzo 2013.
Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics