Jason Bourne

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jason Bourne
Jason Bourne in The Bourne Supremacy
Jason Bourne in The Bourne Supremacy
Universo Bourne
Lingua orig. Inglese
Autore Robert Ludlum
1ª app. in The Bourne Identity
Ultima app. in The Bourne Ultimatum - Il ritorno dello sciacallo
Interpretato da Matt Damon
Voce italiana Francesco Bulckaen
Sesso Maschio
Etnia caucasica
Luogo di nascita Nixa, Missouri
Data di nascita 13 settembre 1970
Professione spia
Abilità
  • combattimento corpo a corpo
  • uso armi da fuoco e da taglio
  • guida di auto e moto
  • conoscenza lingue
  • capacità di inventiva e di improvvisazione
Affiliazione CIA

Jason Charles Bourne è la falsa identità del vero David Webb, un personaggio di fantasia, sicario di professione, protagonista dei romanzi di Robert Ludlum e dei suoi successivi adattamenti cinematografici. La sua prima apparizione è stata nel romanzo Un nome senza volto nel 1980. Da questo romanzo nel 1988 è uscito un adattamento televisivo (Identità bruciata) diretto da Roger Young e interpretato da Richard Chamberlain. Nel 2002 il regista Doug Liman ha tratto la pellicola The Bourne Identity, da cui è nata l'omonima saga cinematografica, in cui Jason Bourne è interpretato dall'attore Matt Damon.

Il personaggio è comparso in ben sette romanzi, gli ultimi dei quali scritti da Eric Van Lustbader, che ha proseguito la saga letteraria dopo la morte di Ludlum. Al cinema, oltre a The Bourne Identity, Jason Bourne è protagonista di altre due pellicole: The Bourne Supremacy (2004) e The Bourne Ultimatum - Il ritorno dello sciacallo (2007), entrambe dirette da Paul Greengrass. Nel 2012 è uscito The Bourne Legacy, una sorta di spin-off, che amplia l'universo e le vicende di Bourne (pur non vedendo più il personaggio come protagonista).

Matt Damon si è detto più volte disponibile a tornare ad interpretare il personaggio in un nuovo capitolo della saga, ma soltanto a condizione che torni a dirigerlo Greengrass[1].

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Personaggio letterario[modifica | modifica sorgente]

Matrimonio e figli[modifica | modifica sorgente]

Webb si è sposato una donna thailandese, chiamata Dao, con la quale ha avuto due bambini chiamati Joshua e Alyssa; abitava a Phnom Penh, la capitale della Cambogia. Dao e i due bambini sono stati uccisi per sbaglio durante la guerra del Vietnam quando un aereo di origine sconosciuta, non si sa se americano o vietnamita, è sconfinato in Cambogia, buttando due bombe e una raffica di pallottole, vicino al fiume Mekong. All'insaputa di Bourne, Joshua è sopravvissuto.[2].
Si è risposato con Marie Saint Jacques, con la quale ha avuto due figli, Jamie Webb e Alison Webb.

Operazione Medusa[modifica | modifica sorgente]

Webb andò a Saigon dove sotto la guida di un suo amico Alexander Conklin, dirigente della multinazionale dello spionaggio, portò a termine un addestramento per Forze speciali segreto chiamato Medusa. In questa operazione Webb fu conosciuto con il suo nome in codice, Delta One. Inizialmente, il progetto Medusa era stato progettato per infiltrarsi in parti del Vietnam, e uccidere vietcong e suoi collaboratori civili. Medusa fu stata considerata una squadra di assassini o uno squadrone della morte. I membri di Medusa sono stati guidati da un uomo di nome Delta. Delta guidò Medusa con il pugno di ferro, divenne famoso per la sua crudeltà, il suo disprezzo per gli ordini, e il suo tasso di successo nelle sue missioni.

Il fratello, di David Webb, tenente Gordon Webb, durante il suo turno di servizio a Saigon, fu sequestrato. Durante la missione di salvare il fratello David Webb ha un membro della squadra "Medusa", di nome Jason Charles Bourne, che è una spia doppiogiochista nordvietnamita, che ha avvertito i soldati del Vietnam del Nord sulla loro ubicazione. Bourne compromise il salvataggio segreto di Gordon Webb. Quando Delta trovò Bourne, lo giustiziò nelle giungle del Tam Quan.

Personaggio cinematografico[modifica | modifica sorgente]

L'attore Matt Damon ha impersonato Jason Bourne sul grande schermo, nella trilogia iniziale di Bourne.

Nascita e servizio militare[modifica | modifica sorgente]

David Webb è nato a Nixa, Missouri, il 13 settembre 1970[3]. Ha svolto il servizio militare nei Berretti Verdi, raggiungendo il grado di capitano. David Webb è stato notato e introdotto ad un corso di addestramento speciale, chiamato Operation Treadstone, il 1 giugno 1999, da Neil Daniels, ufficiale superiore d'istruzione, guidato dal Dottor Albert Hirsch, ufficiale medico direttore del Centro Medico Johnstone, Dipartimento di ricerca speciale, a New York, in via 415 E. 71st Street. Successivamente ha fatto carriera come ufficiale nel servizio estero, specialista per l'Estremo Oriente.

Addestramento[modifica | modifica sorgente]

Una squadra di militari, fra cui Bourne, ha ricevuto un addestramento fisico e psicologico particolare: da un punto di vista fisico immersioni soffocanti in acqua fredda e da un punto di vista psicologico induzione di cambiamenti del comportamento per mezzo della deprivazione del sonno, che induce uno stato di psicosi[4]. Alla fine del corso, come esame d'idoneità, viene richiesto a Bourne di ammazzare a sangue freddo, a colpi di pistola, un uomo, per salvare vite umane americane[5]. David Webb si rifiuta, vuole sapere chi è e cosa ha fatto un nemico simile ma il Dottor Hirsch lo ricatta con un discorso moralistico, così David Webb spara e fa la sua prima vittima, diventando il sicario Jason Bourne nell'Operazione Treadstone.

Operazione Treadstone[modifica | modifica sorgente]

Operazione Treadstone è il nome in codice di una squadra di sicari al servizio della multinazionale dello spionaggio, della quale si dice che Jason Bourne sia il più preparato. Treadstone è coperta da segreto di livello 5, per cui possono accedere all'informazione su di essa solo i direttori di più alto grado. Questa squadra è stata utilizzata in modo deviato dai direttori e vicedirettori. Quindi per coprire l'attività illegale vengono ammazzati molti testimoni, considerati pericolosi, all'interno del servizio stesso, fra le quali si tenta di eliminare anche Jason Bourne. A Pamela Landy, è stato affidato il pericoloso compito di scoprire la talpa, far cessare le deviazioni e gli assassini degli agenti del servizio stesso.

Omicidio Neski[modifica | modifica sorgente]

Ward Abbot è un direttore deviato della multinazionale dello spionaggio, il quale con la complicità di Yuri Gretkov, un magnate russo del petrolio, storna dalla gestione dei soldi che gli sono dati in amministrazione, 20 milioni di dollari. Testimone è Vladimir Neski, un politico, che vuole rivelare il complotto, perciò Abbot manda Jason Bourne ad eliminarlo. Questa è la prima missione che Conklin affida a Bourne. Bourne va a Berlino, al Hotel Brecker, dove si trova Neski ma inaspettatamente lo trova con la moglie e quindi è costretto ad uccidere anche lei. Bourne organizza la scena del dupplice omicidio come se fosse stata la moglie ad uccidere il marito e poi si è suicidata. In seguito, il vice direttore Pamela Landy pagò 3 milioni di dollari, per avere i "Neski files," tutta la documentazione del furto di 20 milioni di dollari sette anni addietro. James Bourne, dimentico di questo omicidio ma indagando sul proprio passato, riscopre le proprie responsabilità, smaschera Abbot che si suicida e va a trovare la figlia di Neski, Irena, per dirle la verità sui suoi genitori.

Omicidio Wombosi[modifica | modifica sorgente]

Jason Bourne, sotto la falsa identità di John Michael Kane, viene incaricato da Conklin di eliminare Nykwana Wombosi, un ex dittatore africano che minaccia di rivelare le torbide connessioni che l'agenzia di spionaggio ha negli affari africani e in cambio del proprio silenzio chiede di essere aiutato a ritornare al potere. A Parigi, con la scusa di essere un addetto alla sicurezza, si fa dare i piani della sicurezza della barca da diporto Palmer Johnson, dalla società Alliance Securite Marittime. Poi va a Marsiglia e si nasconde per 5 giorni sullo yacht Palmer Johnson, aspettando il momento opportuno per assassinare Wombosi. Quando Bourne, alias Kane, scopre Wombosi sul divano con i suoi figli e sua moglie addormentata vicino, ha pietà di lui e non gli spara. Bourne cerca quindi di scappare ma la guardia del corpo di Wombosi gli spara due colpi di rivoltella nella schiena. Bourne, ferito, si getta in acqua e perde i sensi. Svegliatosi privo di memoria a bordo di un peschereccio italiano che l'aveva recuperato nel Mar Ligure, si mette alla ricerca della propria identità, mentre la missione viene considerata da Conklin un fallimento che decide di eliminare Jason Bourne.

Ritorno alla vita civile[modifica | modifica sorgente]

Dopo il mancato omicidio di Wombosi, Jason Bourne fu determinato a cambiare vita, invogliato dall'amore ricambiato, che aveva per Marie Kreutz, una giovane ragazza tedesca che l'aiutava nella ricerca del suo passato; Bourne non vuole più uccidere e assieme a Marie si nasconde a Goa, in India, e ci riescono per due anni. Inaspettatamente, Bourne si scoprì dotato di alcune sorprendenti capacità: abilità nelle arti marziali, nell'uso delle armi da fuoco, parlava fluentemente almeno nove lingue (inglese, tedesco, spagnolo, francese, olandese, italiano, ceco, polacco, russo), aveva un innato senso dell'orientamento e capacità di guida dei più svariati tipi di veicoli. Durante la ricerca della sua identità egli stesso diventò l'obiettivo di alcuni misteriosi sicari, e così Bourne, oltre alla sua vita passata, dovette anche cercare di capire chi e perché stava cercando di ucciderlo. Ben presto Bourne perse Marie per mano di uno dei sicari che la uccise per sbaglio, ed allora la sua sete di vendetta diventò tremenda. Braccato da un misterioso assassino, Kirill, Bourne si recò dapprima a Napoli, poi a Berlino. Dopo un ultimo scontro con Kirill, pagato dal milionario Yuri Gretkov, il killer perse la vita mentre inseguiva in auto Bourne in una galleria. Gretkov venne arrestato, per ordine del ministro degli Interni russo, per mezzo di Pamela Landy. Bourne si spostò rapidamente da Mosca a Parigi, da Torino a Londra a Tangeri. Fino ad arrivare a New York dove venne colpito da Noah Vosen, con un colpo di pistola e cadde nell'East River. Intanto il complotto venne in luce, e i suoi partecipanti arrestati. Di Bourne non ci fu più traccia e venne creduto morto, ma si salvò.

Alias[modifica | modifica sorgente]

Identità alternative di David Webb, nome di battaglia Delta One: Jason Bourne, (passaporto Stati Uniti), Joao do Carmo (passaporto Brasile), Paul Kay (passaporto Canadà), John Michael Kane, nome di battaglia Caino (passaporto Stati Uniti), Foma Kiniaev (passaporto Russia), Nicolas Lemanissier (passaporto Francia). Jean-Pierre (Identità bruciata), Charles Briggs, George P. Washburn, Mr. Cruet (Supremacy), Adam Stone (Il Rischio di Bourne).

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Nicole Sperling, Matt Damon on 'Bourne 4': 'I wouldn't do it without Paul Greengrass'. in Entertainment Weekly, 4 dicembre 2009. URL consultato il 5 dicembre 2009.
  2. ^ Van Lustbader, Eric. The Bourne Legacy. St. Martin's Press, 2004.
  3. ^ Operation: Treadston. Induction report. 2 giugno 1999.
  4. ^ Quali sono le cause psicosi?. Medical news.
  5. ^ The Bourne ultimatum, il ritorno dello sciacallo.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]