Japan Display

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il 15 novembre 2011, Sony, Hitachi, e Toshiba si accordarono per l'integrazione dei loro schermi a cristalli liquidi di taglia piccola e media insieme a Innovation Network Corporation of Japan (INCJ). L'unione di essi venne chiamata Japan Display. INCJ diventerà il più grande azionista di Japan Display con il 70% del capitale in cambio di un investimento di 2,6 miliardi di dollari. La nuova entità parte ad operare nella primavera del 2012, diventando il più grande produttore di schermi a cristalli liquidi del mondo.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]