Japan (manga)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Japan
manga
La copertina del manga
La copertina del manga
Titolo originale Japan
Editore Hakusensha
1ª edizione 1992
Collana 1ª ed. Tuttle-Mori Agency
Tankobon unico
Editore it. Planet Manga
1ª edizione it. 2000
Collana 1ª ed. it. PAN
Tankobon it. unico
Lettura it. sx-dx
Testi it. Claudia Baglini e Monica Rossi
Genere

Japan (ジャパン Japan?) è un manga scritto e illustrato dal duo Buronson e Kentaro Miura nel 1992. Si tratta di un manga autoconclusivo edito in Italia da Planet Manga.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Un membro della yakuza è a Barcellona, in Spagna per seguire la reporter giapponese di cui si è innamorato. È l'anno delle Olimpiadi e la giornalista sta conducendo un reportage su quello che gli stranieri pensano dei giapponesi e di come questi sono visti all'interno stesso del Paese. Durante la conversazione lei paragona il Giappone all'antica Cartagine per la mentalità capitalistica finalizzata al guadagno e per come si è risollevato dopo la guerra e il bombardamento americano. All'improvviso si scatena un terremoto che inghiotte il gruppo (due yakuza, la giornalista e quattro universitari) in una dimensione presidiata dai fantasmi dei Cartaginesi. Un vecchio sciamano comparirà dinanzi a loro e gli svelerà una profezia per cui il Giappone sarà sommerso dopo lo scioglimento dei ghiacciai e per convincerli meglio fa vivere loro in un'epoca successiva al 2031. Lì scoprono che i giapponesi sono diventati un popolo di emigranti e vagabondi. Gli uomini lavorano come schiavi, mentre le donne come prostitute. In Europa si è invece instaurato un regime dittatoriale e si è fondato un nuovo Paese chiamato Neo-Europa, i cui funzionari sono persone ricchissime e senza scrupoli che sottomettono gli asiatici e che combattono i giapponesi ribelli. Ai due yakuza questo tipo di vita non va proprio giù e dopo essersi alleati con dei predoni del deserto, liberano una città ridotta in schiavitù e si ripromettono di fondare una nuova nazione, chiamata JAPAN.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Katsuji Yashima

è un membro della yakuza che ha rifiutato l'incarico di capo per seguire la donna di cui si è innamorato. È dotato di grande forza fisica, ma non è molto intelligente.

Yuka Katsuragi

è una giornalista giapponese, molto conosciuta in patria. Durante le interviste non sopporta essere disturbata da Katsuji, ma alla fine se ne innamora.

Akira Yashima

è il fratello minore di Katsuji. In Giappone era un mototeppista, ma se la cava anche con le armi bianche.

Yoko Takamine

l'unica ragazza tra i quattro universitari. Si innamora di Akira.

Mitsuo Inokuchi, Naoto Maruyama, Hiroshi Ikezawa

sono gli altri ragazzini. Da piagnucolosi e viziati, diventano anche loro utili per la causa giapponese.

Azuma

Leader di un campo profughi giapponese. Si schiera dalla parte della non-violenza e si sacrifica per proteggere Katsuji.

Goto

Capo dei predoni del deserto, gli Yellow. Dopo essere stato sconfitto da Katsuji ne diventa alleato.

Fanko

il capo di un villaggio. È indo-vietnamita, dapprima aiuta Katsuji, poi li tradisce per consegnare Azuma ai Neo-Europei.

Disegni[modifica | modifica sorgente]

La mano di Kentaro Miura c'è e si vede. Il protagonista Katsuji Yashima è una via di mezzo tra Gatsu e Zodd di Berserk. Sulla copertina, invece, il leader yakuza sembra essere il clone di Kenshiro di Hokuto no Ken. Così come l'ambiente desolato del futuro dove vince la legge del più forte è tipico dell'opera migliore di Buronson. La figura di Azuma viene rappresentata come un salvatore e quindi è molto rassomigliante a Gesù Cristo. Il capo degli Yellow ha invece l'aspetto di un nativo americano, più che di un giapponese.

Considerazioni[modifica | modifica sorgente]

Il romanzo è ovviamente futuristico e riprende temi molto vicini a noi come lo scioglimento dei ghiacciai che è una possibile calamità futura. Tuttavia l'eccessivo Nippo-centrismo fa scadere un po' la storia; il fatto che il Giappone e i giapponesi siano la causa di tutti i beni e di tutti i mali rende il racconto monotono.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga