Janko Kráľ

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Janko Kráľ

Janko Kráľ (Liptovský Mikuláš, 24 aprile 1822Zlaté Moravce, 23 maggio 1876) è stato un poeta slovacco. Fu uno dei più significativi e radicali esponenti del Romanticismo slovacco. Apparteneva alla scuola di Ľudovít Štúr e fu anche un vivace attivista politico.

A causa della sua personalità oscura, non è ben noto quale fosse il suo aspetto, sebbene esistano alcuni presunti suoi ritratti. Uno di questi fu usato come modello per la statua del poeta situata in un parco di Bratislava, chiamato "Giardino di Janko Kráľ". È sepolto nel Cimitero nazionale di Martin.

Fu uno dei primi poeti a scrivere in slovacco moderno, così come fu codificato nel 1843 da Ľudovít Štúr e dai suoi compagni.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Monumento di Janko Kráľ a Liptovský Mikuláš.
  • Zverbovaný
  • Zabitý
  • Zakliata panna vo Váhu a divný Janko
  • Moja pieseň
  • Pieseň bez mena
  • Orol
  • Piesne
  • Potecha
  • Pán v trní
  • Pieseň
  • Duma bratislavská
  • Kríž a čiapka
  • Choč
  • Krajinská pieseň
  • Slovo
  • Duma slovenská
  • Krakoviaky dobrovoľníkove
  • Jarná Pieseň

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 13556251 LCCN: n50044236