Jan Polack

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jan Polack La leggenda di San Corbiniano

Jan Polack, chiamato anche Pöllack, Polegkh, Johannes Polonus (presumibilmente a Cracovia, tra 1435-1450Monaco di Baviera, 1519), è stato un pittore tardo gotico polacco.

A causa del suo nome si presume che fosse di origine polacca, senza dubbio ha lavorato in Polonia. Si sposterà in Franconia e dal 1470 circa prenderà dimora fissa a Monaco di Baviera dove aprirà la sua bottega da artigiano. Dal 1482 è registrato al registro tasse di Monaco, dove diventerà il più importante pittore del tardo gotico.

Jan Polack La morte di San Cobiniano
Jan Polack Pala dell'altare maggiore della chiesa del castello di Blutenburg

I lavori di Jan Polack sono influenzati da Michael Wohlgemuth, Veit Stoß e Hans Pleydenwurff.

Creò altari, quadri su tavola, affreschi. Il suo altare maggiore per la duomo Weihenstephan a Frisinga si trova oggi nel museo diocesano di Frisinga. Altre sue opere sono tra altri luoghi collocate nella Alte Pinakothek di Monaco o nel Germanisches Nationalmuseum a Norimberga.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 2741849 LCCN: no2005069333

pittura Portale Pittura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pittura