Jan Peter Balkenende

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jan Peter Balkenende
Jan Peter Balkenende 2006.jpg

Primo Ministro dei Paesi Bassi
Durata mandato 22 luglio 2002 –
14 ottobre 2010
Capo di Stato Beatrice
Predecessore Wim Kok
Successore Mark Rutte

Presidente del Consiglio europeo
Durata mandato 1º luglio 2004 –
31 dicembre 2004
Predecessore Bertie Ahern
Successore Jean-Claude Juncker

Dati generali
Partito politico CDA
Alma mater Vrije Universiteit

Jan Peter Balkenende (Kapelle, 7 maggio 1956) è un politico olandese, Primo Ministro in carica dal 22 luglio 2002 al 14 ottobre 2010.

Dopo essersi laureato in legge e storia alla Libera Università di Amsterdam, si iscrisse al Partito Cristiano Democratico Olandese (CDA) e divenne consigliere comunale ad Amstelveen e professore del pensiero cristiano sociale nello stesso ateneo in cui aveva studiato. Entrò per la prima volta in parlamento nel 1998, quando il CDA era all'opposizione, ed a poco a poco divenne il responsabile di quasi tutti i settori interni al partito (economia, solidarietà sociale, giustizia, interni).

Il 1º ottobre del 2001 divenne presidente del gruppo parlamentare del CDA in sostituzione di Jaap de Hoop Scheffer ed il 3 novembre dello stesso anno completò la sua scalata al partito venendo nominato segretario nazionale dello stesso. Nel 2002, quando si tennero le elezioni politiche, Jan Peter Balkenende ottenne il 27,9% dei voti e venne nominato presidente: tuttavia il successo della lista di estrema destra fondata da Pim Fortuyn, che ebbe ben 26 seggi, gli impedì di formare un governo stabile e nel 2003 si procedette a nuove elezioni.

Da queste nuove consultazioni ne uscì ancora più rafforzato: con il suo CDA Balkenende racimolò il 28,6% dei consensi e bloccò la riscossa socialista del Partito del Lavoro, fermo a quota 27,3%. Poco dopo la proclamazione dei risultati ufficiali egli guidò un governo di coalizione che aveva l'appoggio del Partito Popolare per la Libertà e la Democrazia (VVD) e dei Democratici 66, che precedentemente si erano opposti a molte sue iniziative.

Il 1º luglio del 2004 Jan Peter Balkenende è stato nominato presidente di turno dell'Unione Europea.

Il 30 giugno del 2006, al termine di un aspro alterco sul tema dell'immigrazione tra il suo ministro dell'immigrazione, la conservatrice Rita Verdonk e la parlamentare progressista Ayaan Hirsi Ali i Democratici 66 tolsero la loro fiducia all'esecutivo ed a Balkenende non restò che dimettersi, annunciare nuove elezioni e varare un governo di transizione, sostenuto ormai dai soli CDA e VVD.

Nelle nuove consultazioni generali, che si tennero il 22 novembre del 2006, il CDA si confermò il primo partito olandese ma perse ancora qualcosa, attestandosi al 26,5% dei consensi; ciò, unito all'arretramento del VVD, rese impossibile la prosecuzione dell'alleanza con quest'ultimo partito, per cui, dopo alcuni mesi di stallo, si giunse alla formazione di una coalizione cristiano-sociale con l'Unione Cristiana ed i laburisti, con la benevola astensione del Partito Socialista.

In tal modo, Balkenende ha potuto annunciare alla nazione il 7 febbraio 2007 di aver proceduto alla formazione del suo quarto gabinetto, che però anche stavolta si doveva rivelare abbastanza debole, a causa dei continui contrasti tra CDA e partito laburista. La tensione ha raggiunto il suo apice nel febbraio 2010, allorché l'esecutivo fu chiamato, anche dietro pressante richiesta della NATO, a prolungare la missione militare olandese in Afghanistan: divenuto chiaro che non solo la maggioranza dei parlamentari era contraria al provvedimento, ma che questo non veniva sostenuto neanche dallo stesso partito laburista, dopo un lunghissimo Consiglio dei ministri tenutosi nella notte tra 19 e 20 febbraio, Balkenende non ha avuto altra alternativa che le dimissioni e le elezioni anticipate, svoltesi il 9 giugno 2010.

Incontro con Bush alla Casa Bianca nel 2004

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Viene soprannominato, prima dai detrattori poi anche dai sostenitori, Harry Potter per via della sua somiglianza con il celebre maghetto.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica di Polonia (Polonia) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica di Polonia (Polonia)
— 2012

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Presidente del Consiglio europeo Successore Flag of Europe.svg
Bertie Ahern luglio - dicembre 2004 Jean-Claude Juncker
Predecessore Primo Ministro dei Paesi Bassi Successore Flag of the Netherlands.svg
Wim Kok dal 22 luglio 2002 al 14 ottobre 2010 Mark Rutte

Controllo di autorità VIAF: 18169244 LCCN: n90643403