Jan Bruegel il Giovane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il paradiso, opera di Jan Bueghel il Giovane, 1620 circa, olio su tavola, Berlino, Gemäldegalerie.

Jan Brueghel il Giovane (pronunciato [ˈjɑn ˈbɾøːɣəl]) (Anversa, 13 settembre 16011º settembre 1678) è stato un pittore fiammingo.

Appartenente ad una famiglia di famosi artisti, era figlio di Jan Brueghel il Vecchio, nipote di Pieter Bruegel il Vecchio e padre di Abraham Brueghel.

Formatosi presso il padre, Jan si recò ancora giovane a Milano per incontrare Federico Borromeo, mecenate del genitore. Dopo un viaggio in Italia che lo portò a Roma, Napoli e Palermo (in Sicilia fu in compagnia dell'amico Anthony van Dyck), Jan tornò ad Anversa nel 1625, da dove lavorò per numerosi committenti prestigiosi, come la corte di Parigi. Nel 1650 si recò anche in Francia in una data imprecisata del sesto decennio del XVII secolo.

I suoi dipinti ricordano molto lo stile miniaturistico del padre; come lui, spesso lavorò in collaborazione con altri artisti, tra cui il celebre Pieter Paul Rubens.

Elenco delle opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Il Paradiso, 1620 circa, olio su tavola, 59 x 42 cm, Berlino, Gemäldegalerie.
  • Sacra Famiglia con san Giovanni Battista, 1630 circa, olio su tavola, 74 x 54 cm, collezione privata.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 42046414