Jan Assmann

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jan Assmann

Jan Assmann (Langelsheim, 7 luglio 1938) è un egittologo tedesco.

Ha studiato a Lubecca e a Heidelberg, prima di effettuare studi di egittologia, archeologia classica e studi greci a Monaco e a Parigi. Ha insegnato egittologia presso l'università di Heidelberg dal 1976 al 2003 e attualmente presso quella di Costanza, oltre a lavorare come docente esterno alle università di Parigi, Gerusalemme, Chicago e Houston. È autore di numerosi libri e articoli sulla religione egizia e sulla storia, letteratura e arte dell'Egitto antico. Ha raccolto le sue idee sulla formazione del monoteismo nel libro Non avrai altro dio pubblicato in Italia nel 2007. Il lavoro è una prosecuzione della analisi di quelle che Assman chiama la "distinzione mosaica". Il suo saggio più noto e importante è Das kulturelle Gedächtnis: Schrift, Erinnerung und politische Identität in frühen Hochkulturen del 1992 (trad. it. La memoria culturale. Scrittura, ricordo e identità politica nelle grandi civiltà antiche, 1997), che tratta in generale (e con esempi storici delle grandi civiltà antiche mediterranee) della memoria come eleborazione del ricordo garante dell'identità socio-culturale[1].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Re und Amun: Die Krise des polytheistischen Weltbilds im Ägypten der 18.-20. Dynastie (Orbis Biblicus et Orientalis 51). Friburgo - Gottinga, 1983.
  • Ägypten: Theologie und Frömmigkeit einer frühen Hochkultur. Urban-Bücherei, Bd.366, Stoccarda, 1984.
  • Maât: l'Égypte pharaonique et l'idée de justice sociale. Conférences, essais et leçons du Collège de France. Parigi, Julliard, 1989. (trad. araba 1996).
  • Ma`at: Gerechtigkeit und Unsterblichkeit im alten Ägypten. Monaco, 1990.
  • Stein und Zeit: Mensch und Gesellschaft im Alten Ägypten. Monaco, 1991.
  • Das kulturelle Gedächtnis: Schrift, Erinnerung und politische Identität in frühen Hochkulturen. Monaco, 1992.
  • Ägypten: Eine Sinngeschichte. Monaco, 1996.
  • Moses the Egyptian: The Memory of Egypt in Western Monotheism. Cambridge, Mass., Harvard University Press, 1997.
  • Moses der Ägypter: Entzifferung einer Gedächtnisspur. Monaco, 1998.
  • Weisheit und Mysterium: Das Bild der Griechen von Ägypten. Monaco, 2000.
  • Herrschaft und Heil: Politische Theologie in Altägypten, Israel und Europa. Monaco, 2000.
  • Religion und kulturelles Gedächtnis: Ten Studies. Monaco, 2000.
  • Tod und Jenseits im Alten Ägypten. Monaco, 2001.
  • Die Mosaische Unterscheidung oder Der Preis des Monotheismus. Monaco, 2003.
  • Thomas Mann und Ägypten, Mythos und Monotheismus in den Josephsromanen. Monaco, 2006.


Opere, Edizioni Italiane[modifica | modifica wikitesto]

  • La memoria culturale. Scrittura, ricordo e identità politica nelle grandi civiltà antiche, Torino, 1997.
  • Mosè l'egizio. Decifrazione di una traccia di memoria, Milano, 2000.
  • La morte come tema culturale. Immagini e riti mortuari nell'antico Egitto, Torino, 2002.
  • Potere e salvezza. Teologia politica nell'antico Egitto, in Israele e in Europa, Torino, 2002.
  • Non avrai altro Dio. Il monoteismo e il linguaggio della violenza, Bologna, 2007.
  • Introduzione a Carl Leonhard Reinhold, I misteri ebraici ovvero la più antica massoneria religiosa, Macerata, 2011.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giulio Angioni, La memoria, in Fare, dire, sentire: l'identico e il diverso nelle culture, Il Maestrale, 2011, 226-244

Recensioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Quando la religione diventa un'arma nelle mani del potere, Rigoni Mario Andrea, Corriere della Sera, 29 novembre 2007.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Una breve biografia in lingua inglese Controllo di autorità VIAF: 100165291 LCCN: n83237758