Jan Šimůnek

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jan Šimůnek
Jan Simunek.jpg
Dati biografici
Nazionalità Rep. Ceca Rep. Ceca
Altezza 187 cm
Peso 75 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Difensore
Squadra Bochum Bochum
Carriera
Giovanili
1991-1993
1993-1994
1994-1996
1996-1999
1999-2004
Chatel St. Denis
FC Monthey
Hellas Winterthur
Bohemians Praga Bohemians Praga
Sparta Praga Sparta Praga
Squadre di club1
2005-2006 Sparta Praga Sparta Praga 1 (0)
2005-2006 Sparta Praga Sparta Praga B 29 (0)
2006-2007 Kladno Kladno 29 (1)
2007 Sparta Praga Sparta Praga 1 (0)
2007-2010 Wolfsburg Wolfsburg 39 (0)
2007-2010 Wolfsburg II Wolfsburg II 13 (1)
2010- Kaiserslautern Kaiserslautern 28 (2)
2012-2013 Kaiserslautern II Kaiserslautern II 2 (0)
Nazionale
2002-2003
2003-2004
2004-2006
2006-2007
2006-2008
2009
Rep. Ceca Rep. Ceca U-16
Rep. Ceca Rep. Ceca U-17
Rep. Ceca Rep. Ceca U-19
Rep. Ceca Rep. Ceca U-20
Rep. Ceca Rep. Ceca U-21
Rep. Ceca Rep. Ceca
9 (0)
8 (0)
19 (1)
9 (0)
4 (0)
4 (0)
Palmarès
 Mondiali di calcio Under-20
Argento Canada 2007
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 23 novembre 2013

Jan Šimůnek (Praga, 20 febbraio 1987) è un calciatore ceco, difensore del Bochum.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

In Repubblica Ceca: Sparta Praga e Kladno[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver trascorso i primi anni nelle società calcistiche Chatel St. Denis, FC Monthey viene notato da una delle migliori società della Repubblica Ceca, lo Sparta Praga; nonostante ciò viene fatto maturare nelle giovanili dell'Hellas Winterthur e del Bohemians Praha. Nel 2005 passa in prima squadra ma viene subito relegato nella squadra riserve dello Sparta Praga, dove giocherà tutta la stagione, giocando una sola partita di Gambrinus Liga. Nel 2006 viene acquistato dal Kladno dove riesce ad esprimersi a discreti livelli giocando tutta la stagione da titolare fisso, al termine della quale la squadra si salverà rimanendo in prima divisione.

Wolfsburg[modifica | modifica sorgente]

Torna allo Sparta Praga nel 2007 ma è presto acquistato per 3,5 milioni di euro dai tedeschi del Wolfsburg[1] dove esordisce il 18 agosto 2007 in Duisburg-Wolfsburg 1-3 nella seconda giornata di Bundesliga giocando l'incontro da titolare. Il 2 novembre 2007 subisce un infortunio alla coscia e si riprende il 5 novembre. Il 14 novembre gli ritorna il fastidio alla coscia che lo tiene lontano per poco tempo e riesce a calcare i campi tedeschi già il 19 novembre. Alla fine del campionato il Wolfsburg giunge al quinto posto potendo così partecipare alla Coppa UEFA. In Coppa di Germania il Wolfsburg esclude il Würzburger FV 04 con un netto 4-0 e accede al turno successivo dove incontra ed elimina il Karlsruher SC di misura 1-0; al terzo turno si scontra con lo Schalke 04 che viene escluso ai calci di rigore 5-3, dopo l'1-1 dei tempi regolamentari; i biancoverdi arrivano così ai quarti di finale dove estromettono l'Hertha Berlino dalla competizione per 2-1 ai supplementari; in semifinale il loro cammino è arrestato dal Bayern Monaco per 2-0. Nel pre-campionato della stagione successiva il Wolfsburg, tra le altre squadre, affronterà in amichevole il Palermo dove Šimůnek giocherà circa 25 minuti di partita.[2] In campionato Simunek è condizionato da un infortunio ad inizio stagione, il 28 agosto 2008, rimanendo indisponibile per quasi un mese. A fine stagione la squadra accusa sette sconfitte in trasferta ma rende inespugnabile il Volkswagen-Arena aggiudicandosi il primo titolo nazionale della sua storia grazie ad un gruppo compatto e soprattutto grazie alla coppia più prolifica di sempre nella storia della Bundesliga, formata da Edinaldo Batista Libânio in arte Grafite ed Edin Džeko (56 reti su 80 in due). Nella coppa nazionale i lupi escludono l'Heidenheim 3-0, l'Oberneuland 7-0 e l'Hansa Rostock incontrando nei quarti di finale il Werder Brema che si scatena nel secondo tempo vincendo 5-2 (2-2 nel primo tempo) la partita ed eliminando il Wolfsburg. Simunek disputa anche la Coppa UEFA: dopo aver archiviato la pratica Rapid Bucarest 2-1 la squadra arriva alla fase a gironi dove, piazzata con Milan, SC Braga, Portsmouth e Heerenveen vince il proprio girone senza perdere un incontro; ai sedicesimi di finale il Wolfsburg incontra il PSG ed i tedeschi sono costretti ad arrendersi contro i francesi 5-1. Anche la stagione 2009-2010 è condizionata da diversi infortuni: il primo, del 20 agosto 2009, è un infortunio grave che lo tiene lontano dai campi per due mesi, per lo strappo muscolare degli adduttori. Ritorna a giocare solo due mesi più tardi; il secondo, il 25 febbraio 2010, è un infortunio meno grave ma che lo terrà fuori dai campi di gioco per circa tre settimane. In Champions capita in un girone difficile con Manchester United, CSKA Mosca e Beşiktaş riuscendo a concludere al terzo posto e ad andare in Europa League. In Europa League i lupi estrometteranno il Villarreal 6-3 e il Rubin Kazan 3-2 prima di essere esclusi 3-1 dal Fulham. In campionato la squadra chiude al decimo posto una stagione discreta, e in coppa i biancoverdi eliminano solo il SV Wehen Wiesbaden 4-1 prima di essere esclusi dalla DFB Pokal per 3-2 dal Colonia. In questa stagione alcune l'allenatore Armin Veh non lo faceva giocare spesso costringendolo spesso alla panchina.[3]

Kaiserslautern[modifica | modifica sorgente]

Nella stagione 2010-2011 si trasferisce al K'lautern[4] in cambio di 850 mila euro, esordendo in Kaiserslautern-Arminia Bielefeld 3-0, incontro di DFB Pokal, il 26 ottobre 2010, dopo pochi minuti di gioco subisce un nuovo infortunio, più grave dei precedenti, ed è ancora uno strappo muscolare degli adduttori, che lo renderà indisponibile sino gli inizi di dicembre.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver trascorso dal 2003 nelle Nazionali minori della Repubblica Ceca, nel 2006 arriva nell'Under-21 e nel 2007 gioca nella Nazionale maggiore[5]. Ha esordito il 18 ottobre 2003, all'Europeo Under-17 in Repubblica Ceca-Liechtenstein 5-1. Nel 2007 partecipa al Mondiale Under-20 in Canada giocando tutti gli incontri: dopo aver superato il girone con Argentina 0-0, Corea del Nord 2-2 e Panama 2-1, supera i sedicesimi contro il Giappone e ai quarti la Spagna raggiunge la semifinale dove la Rep. Ceca sconfigge l'Austria 2-0 arrivando alla finale dove è l'Argentina a trionfare 2-1.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Wolfsburg: 2008-2009

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Stefano Sica, UFFICIALE: Simunek al Wolfsburg in tuttomercatoweb.com, 13 agosto 2010. URL consultato il 26-11-2010.
  2. ^ Appi, Palermo, Colantuono: "Una buona partita" in tuttomercatoweb.com, 13 agosto 2008. URL consultato il 26-11-2010.
  3. ^ Francesco Letizia, Simunek, Carriço, Gunino, Giuliano, Lukaku in tuttomercatoweb.com, 24 agosto 2009. URL consultato il 27-11-2010.
  4. ^ Fabrizio Zorzoli, UFFICIALE: Kaiserslautern, presi Simunek e Moravek, 2 luglio 2010. URL consultato il 27-11-2010.
  5. ^ Francesco Letizia, Repubblica Ceca: convocato anche Zapotocny in tuttomercatoweb.com, 3 ottobre 2007. URL consultato il 26-11-2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]